02 giugno 2008

Balle spaziali



19 commenti:

sagra ha detto...

Marco Travaglio è sempre, semplicemente micidiale.
Due paroline, dette con la consueta pacatezza, lontano dai modi truculenti, confusi e sconcertanti di un personaggio come Guzzanti, et voilà, rompe tutte le uova nel paniere dei Berluscones e ne suscita l'ira funesta.

Il nostro enrix, simpaticone sempre in tredici (un desueto modo di dire per affermare che il santo che si festeggia il 13 è sicuramente più in vista che non altri) si sbraccia e si affanna per fare le pulci ad ogni virgola di Marco Travaglio, ma il risultato ce lo mostra piccino piccino.

Attentissimo ad ogni sbavatura o smagliatura nella massa impressionante di informazioni e giudizi pesantissimi che sforna a getto continuo il nostro Marco, si dimostra ottusamente distratto nel valutare la valanga di mostruose e criticabili affermazioni che il suo idolo mitrokiano ci rifila senza tregua.

Terminate le ansie per i possibili risvolti negativi che l'infausto esito scaramelliano poteva avere sulla sua traballante carriera politica, Guzzanti senior si è lanciato a corpo morto sulla difesa ad oltranza delle vacue e mefitiche affermazioni che la sua esaltata musa sionista urla dagli spalti ben protetti di RI.

Tutto sommato Sigal fa molta pena.
Vive gli incubi di notte, e ce li rifila come poesie cimiteriali ed ospedaliere sul Blog guzzantiano.
Per causa sua Guzzanti si è fatto un mucchio di nemici anche fra i suoi.

Dobbiamo essere tutti grati a Sigal.
Nessuno è riuscito a fare i danni che la sua capricciosa e sanguinaria poesia hanno fatto tra gli adepti guzzantiani.

Brava Sigal!

Sagra

Sympatros ha detto...

Fine di un sodalizio, durato più a lungo del solito. Dove non sono riusciti i nomi nobili di Antipatro e Sympatros, vi è riuscito Bombolopp, forse perché il significante sonoro del suo nome era più in sintonia col contesto del blpg di Guzzanti, un'atmosfera da circo. Bombolopp ha resistito più di due mesi!!!!!! Un primato.

Jean puoi anche non pubblicare.

------------------------------------------------------------------------------
GUZZANTI: "Peggio ancora Bomboloppo il quale apertamente mi sfida: avendogli io ricordato più volte che lui qui è un travestito che ha indossato senza legittimità una seconda identità dopo essere stato allontanato,e benché io lo abbia pressantemente invitato non a modificare delle idee, ma a modificare lo stile di partecipazione, se ne frega nel modo più arrogante, dimostra di non avere in alcuna considerazione le raccomandazioni del direttore del giornale su cui è tollerato e si comporta in una maniera anch’essa noiosissima, priva di sorprese intellettuali, arrogante senza poterselo permettere (alcune persone possono essere arroganti, odiosamente competenti, irresistibilmente spiritose, sferzanti, interessanti, ed arroganti) e frequentemente offensivo nei miei personali confronti."


BOMBOLOPP/sympatros

Dice Sigal:
“Quando io canto “Gerusalemme d’oro”, non canto affatto quella cupola musulmana, anzi in cuor mio lamento che non sia stata distrutta dai vari terremoti. …..
Io mi accontento di auspicarlo e secondo le profezie di nostredamus l’evento (ladistruzione n.d.r) è ormai prossimo.”

Dice Guzzanti:
“- CI SONO MOLTISSIME CREATURE MALEFICHE E MOLTI SIMBOLI E MONUMENTI DI QUESTE CREATURE CHE SONO TUTTI GRAVISSIMI INSULTI ALLA DIGNITA’ UMANA E DUNQUE ANCHE E PRIMA DI TUTTO UN INSULTO PERSONALE PER ME. IO, A DIFFERENZA DI SIGAL, LI VORREI VEDER SALTARE CON LA DINAMITE.”

Dice Celentano:
“Siamo la coppia più bella del mondo e ci dispiace per gli altri che sono tristi che sono tristi e che non sanno più cos’è l’amoooooor!!”

Faccio solo presente che sono tutti dei virgolettati, non c’è niente di mio!

GUZZANTI
Di suo c’è soltanto il desiderio di non rispondere a tono e far finta che si parli d’altro. Pprovi a rispondere a tono.


BOMBOLOPP/sympatros
Dice Guzzanti:
“ma chi tenterà di deridermi, mancarmi di rispetto, attaccarmi personalmente. Chi la vuol capire, la capisca. Lo stesso dicasi per coloro che qui rappresentano l’identità del blog: da Simona a Elisabetta, da Sigal a Maria, da Sergio a Zulawski.”

Quindi, per esclusione, gli altri hanno il diritto di essere calpestati, attaccati, derisi, come novelli Fantozzi!!

Se derisione c’è stata, è stata una derisione reattiva, un fallo di reazione: Lei ha messo in campo mia sorella ed io la sua, lei mi ha dato degli stivali e glieli ho restituiti, mi ha dato un calcio in culo ed io ho fatto altrettanto. Tutto qui. Il resto si potrebbe configurare come normale diritto di satira.

GUZZANTI
Annuncio di aver bannato Bombolopp.

----------------------------------------------------------------------------------
Per chi ne volesse sapere di più sulla telenovela:

http://www.paologuzzanti.it/?p=720#comments


http://www.paologuzzanti.it/?p=707#comments

Jean Lafitte ha detto...

cari amici, mi scuso per la mia perdurante assenza ma ero alle prese col rush finale degli esami. finito.

ho evitato deliberatamente (anche se col passare del tempo mi è passata dalla mente anche la loro esistenza) l'ex senatore onorevole e i vari personaggi satelliti per evitare altre interminabili discussioni.

proprio oggi parlando pensate un po' di calcio un tizio è venuto fuori con la storia dei mezzi cavalli in albergo dicendo che era tutta una balla inventata da Travaglio bla bla bla. alle mie obiezioni lui ha risposto che a me un fatto di cronaca poteva essere sfuggito bla bla bla... ho provato a spiegare a questo tizio (bravo ragazzo ma un po' disinformato) che non solo conoscevo la sentenza ma l'avevo letta e che non diceva affatto le balle che mi stava raccontando. allora ho pensato di aprire l'account del blog che purtroppo ho dovuto trascurare e ho trovato queste belle sorprese: i vostri commenti. mi fa piacere che non mi abbiate dimenticato.

continuate ad aggiornarmi...

Sympatros ha detto...

Auguri per gli esami, Jean!

Nel frattempo, gli avvenimenti vorticosi dell'era moderna corrono veloci e, mentre, nel sito di Guzzanti, moriva Bombolopp, dallo stesso sito passava, passava, una specie di passatore cortese, re della strada e re della foresta!

Sympatros ha detto...

Sagra dice:

"Il nostro enrix, simpaticone sempre in tredici (un desueto modo di dire per affermare che il santo che si festeggia il 13 è sicuramente più in vista che non altri) si sbraccia e si affanna per fare le pulci ad ogni virgola di Marco Travaglio, ma il risultato ce lo mostra piccino piccino."

Sagra, per completare il quadro, ti dò un mio contributo che forse ti è sfuggito:

----------------------------
Ecco l'ultimo innocuo mio post censurato, nell'Imbecillario di Enrix:

Enrix, senti a me, ascolta, ho ordinato una consulenza ad un esperto del ramo, che ha sottoposto ad ermeneutica psicologica tutti i tuoi scritti riguardanti Travaglio e sai cosa ne è uscito fuori che tu sei innamorato di Travaglio, sei nel tuo inconscio profondamente innamorato di lui, e il tuo progetto esistenziale di vita era di diventare qualcosa di simile a quello che è diventato Travaglio, purtroppo ci sei riuscito solo in minima parte, sei riuscito soltanto ad essere piemontese come lui. Stammi buono.

Jean Lafitte ha detto...

grazie per gli auguri.

ma parlatemi ancora di Enrix. il fatto che sia innamorato di Travaglio mi fa un po' ingelosire.
ma a me non pensa mai? neanche una parola, un cenno, qualcosa?

Anonimo ha detto...

Caro Sympatros
leggerti è sempre uno spasso.

La tua prosa simpaticamente curiale riesce sempre a disorientare il Vecchio Squalo.

Riesci a rifilargli i peggiori argomenti a lui più indigesti, e lui li mastica puntualmente, accorgendosi solo in ritardo di aver inghiottito l'amo.

Concordo pienamente sull'impietosa quanto acuta analisi sul povero enrix, sempre più attanagliato dalle angosce amorose per l'irraggiungibile Travaglio.

Ormai ne ha fatto l'unico scopo della sua vita.

Costretto a fare lo Specchio con la Strega che ogni giorno lo interroga su chi sia la più bella del Reame, lui puntualmente le indora l'amara pillola.
Ma ormai è perdutamente innamorato di Biancaneve-Travaglio.

Povero coglionix

Sagra

Sympatros ha detto...

Lasciate ogni speranza, o voi che NON entrate! D'ora in poi, per entrare nel sito dell'Onorevole Guzzanti, ci vogliono le impronte digitali!!

Per colpa di due poveri bloggers, di nome Passator e Manitoba, che non hanno fatto e detto niente di particolare, ma solo perché sospettati di essere Sympatros e Sagra, tutti dovranno sottoporsi al rito delle impronte digitali!!

Sympatros ha detto...

Come fa uno che si fa beccare e si mette in certe situazioni, come fa, dico, ad avere la mente fresca, precisa ed accorta per fare un lavoro serio attento obiettivo ai testi in sinottico di Travaglio?
Stiamo parlando del nostro eroe Enrix, attento attentissimo fustigatore degli errori, delle incongruenze e della malafede di Marco Travaglio.
Mi spiego meglio:

Enrix, con un' azione da stronzo, come lui stesso la definisce, fa cacciare dal blog di Guzzanti, due bloggers che non hanno altra colpa che quella di essere sospettati di essere Sagra e Sympatros. Enrix ne chiede la testa e la ottiene, è una dimostrazione di potere, di vigliaccheria e di stronzaggine.

Ma veniamo a noi, tolti dai piedi Sagra e Sympatros, entra in gioco Scirocco, innocente come al solito, e adesso benvoluto, con un post appunto innocuo, che come al solito il Senatore Guzzanti fa fatica a capire, perché quel ragno in cerca di rogne è strano nell'argomentare e gli fa venire il mal di testa.
Non vi riporto tutta la telenovela, ma in sintesi si può dire questo che sono tanti e tali i poteri di Enrix, specialmente nelle ricostruzioni storiche, in cui è specialista, che nel 1976 dichiara di avere sedici anni, il che non gli impedisce di averne diciotto alla fine degli anni ottanta. Correzione di Enrix: ero stanco, intendevo dire fine anni settanta, però anche qui non è impedito dal tempo e dalle date, perché alla fine degli anni settanta lui, dotato di spirito profetico:


"Dunque intendevi allo scadere degli anni 70.
E tu, in quegli anni:
- leggevi Cuore di Michele Serra, nato come inserto solo nel 1989;
- detestavi già le televisioni berlusconiane, e ti faceva un baffo il fatto che ne esistesse solo una a diffusione locale, aperta appena nel 1978 (e non dalla prima metà dei 70: TeleMilano);
- perché certo già prevedevi gli odiosi decreti craxiani che sarebbero venuti 5/6 anni dopo, appunto alla fine del 1984, a salvare le trasmissioni del Biscione.

E quel che è più incredibile, suonavi perfettamente Nick Drake.

Più che un ragazzo prodigio, eri un ragazzo dai poteri prodigiosi.
Di sicuro, su un uovo vieni da Ork.

Ora si capisce il tuo risentimento per Travaglio, divenuto famoso con le sue menate sul Nano.
Ti ha copiato.

Nano nano! "

Virgolettato di Scirocco. Certo, quando Enrix fa i suoi approfonditi e stringenti sinottici su Travaglio, Prodi e Scaramella, d'ora in poi lo prenderemo più seriamente.

PS Questo testo, impossibilitato a vedere la luce sul sito del Senatore Guzzanti, tenterà FORSE di trovare esistenza, nel sito di Sabina Guzzanti, e naturalmente nell'imbecillario dI Enrix. Se poi c'è qualche anima pia che lo vuole traghettare di là da Guzzanti, senza il PS, farà opera meritoria e troverà giusta ricompensa se non di qua, nell'al di là. Intanto aspettiamo in ansia la risposta di ENRIX a Scirocco.

Sympatros ha detto...

Sembrava un post da niente quello di Scirocco, ma il ragno in cerca di rogne aveva tessuto bene la sua tela ed Enrix ha fatto una delle figure di mosca più meschina della sua vita on line.


Dice Scirocco rivolto a Enrix:

"Diciamo che se avessi corretto la tua frase dicendo che intendevi proprio la fine degli 80, quando avevi solo 28 anni, tutti gli elementi sarebbero tornati al loro posto. Tranne, naturalmente, il dato di partenza: la formidabile precocità dei tuoi talenti.
Pur di non rinunciarvi, hai insistito a sostenere che a 16 anni suonavi Drake e detestavi Berlusconi e le sue televisioni. Non le sue trasmissioni, anzi le trasmissioni delle tv private in generale, come sostieni ora (e ti ripeto che praticamente non esistevano ancora). Proprio “Berlusconi e le sue televisioni.” Nel 1976.

Certo ti aiutava l’immaginazione, che a quell’età non difetta - come per i decreti craxiani, che sarebbero arrivati nell’’84; e per Cuore, addirittura nel 1989.
A quell’età ci si merita pure un poco di indulgenza, per l’infantilismo di dire fesserie e di non volerlo ammettere.

Ma alla soglia dei cinquant’anni, dediti oltretutto a far le pulci al prossimo con empito straordinario, proprio no."
--------------------------------------------------


Ma Scirocco, sei crudele, ma non hai visto che implorava pietà e ti chiedeva di parlare di Kram?

Jean Lafitte ha detto...

effettivamente nello spirito allegro e scanzonato del vecchio enrix si odono gli echi delle allegre melodie di Drake

IlCamisa ha detto...

"proprio oggi parlando pensate un po' di calcio un tizio è venuto fuori con la storia dei mezzi cavalli in albergo dicendo che era tutta una balla inventata da Travaglio bla bla bla. alle mie obiezioni lui ha risposto che a me un fatto di cronaca poteva essere sfuggito bla bla bla... ho provato a spiegare a questo tizio (bravo ragazzo ma un po' disinformato) che non solo conoscevo la sentenza ma l'avevo letta e che non diceva affatto le balle che mi stava raccontando. allora ho pensato di aprire l'account del blog che purtroppo ho dovuto trascurare e ho trovato queste belle sorprese: i vostri commenti. mi fa piacere che non mi abbiate dimenticato."

Amico mio, mi lasci sempre interdetto.

Anonimo ha detto...

Suvvia ragazzi, non si può certo dire che Enrix vi voglia male, giacchè vi celebra nel blog dell'ormai celebre Mastellarini.

Mi dispiace che vi siate persi la discussione da marcotravaglio.it.
Il solito spasso.

Scirocco

Sympatros ha detto...

Ue, Scirocco, ho visto, ho visto che l'eterno sedicenne Enrix, giustamente e impietosamente, fa la somma degli anni di Sagra e Sympatros, ne ha ben donde, perché il tempo per lui, sia fisico che mentale, si è fermato a quel fatidico 1976.

Ma adesso abbiamo la prova che con le date e i numeri Enrix non ci azzecca, mo' figuriamoci con le somme!

Anonimo ha detto...

LA DEMOCRAZIA E’ SOTTO ATTACCO.
L’Italia non è un paese normale !
E dopo “salvatemi il culo dal processo”
lo è ancora meno.Centomila grazie ad uno.
Non siamo un paese “normale”.

rondinelibera.....

Anonimo ha detto...

Della serie penosità…………
GUZZ - PER ENRIX - SE DAVVERO CHIUDESSI IL TUO BLOG, TI CHIEDEREI DI TRASFORMARLO IN RUBRICA QUI DA NOI, TUTTO TUO.
MA NON CHIUDERE. VEDRAI CHE TUTTO ANDRA’ MEGLIO.

GUZZANTI - NON SARA’ OVVIO PERCHE’ NON CONOSCE ENRIX: E’ UN UOMO AL QUALE NON HO SENTITO MAI DIRE NEANCHE PORCA MISERIA.
HA CENSURATO LA PAROLA “MERDA”, PRESENTE NELL’ORIGINALE, E L’HA SOSTITUITA CON LE X.
C’E’ ANCHE CHI QUI DENTRO SCRIVE CAXXO PER DIRE CAZZO.
LE X SONO FOGLIE DI FICO ELETTRONICHE.
ciao e dicci come ti è andata…………rondinelibera…….

Anonimo ha detto...

Ebbene si,
ve lo confesso.

Il povero enrix mi ha deluso.

Un combattente accanito, feroce, tignoso ed indefettibile come quello che ho conosciuto ai bei tempi dei "Cieli Limpidi" (quelli veri, non quella patetica messa funebre che ricorda i venerdì quaresimali), rinuncia apertamente alla lotta, e senza il minimo pudore invita quell'intronato di Guzzanti a non fidarsi neanche più delle munitissime difese della "Fortezza Rivoluzione Italiana"

E' ormai un unico ammasso di diarrea scagazzante.

Ricorda quelle scimmiette che fanno la guardia in cima al baobab. Appena vedono arrivare il Leopardo sqittiscono a squarciagola e si agitano come ossessi, invitando senza mezzi termini il Babbuino Capo dal Culo Glabro a serrare le fila ed alzare le difese di tutta la variopinta tribù di quadrumani blogganti.

Sono sempre più convinto che la maggiorparte dei blogger di Guzzanti usi indifferentemente le 20 dita che Madre natura di rifilato per riempire il WEB delle simpatiche amenità che tutti conosciamo.

Il povero coglionix ormai scagazza al solo sospettare l'arrivo di Giu, Sympatros o il sottoscritto, immeritatamente considerato il più pericoloso di tutti.

Passi per Guzzanti, che barcolla ed inciampa praticamente alla minima contraddizione.

Il nostro bravo coglionix ormai non se la sente più di fare il "mastrogiorgio" a cotanto imprudente dichiaratore.

La puttanata incalza,
la stronzata avanza,
sul ponte sventola
bandiera bianca.

Sagra

Anonimo ha detto...

di, Jean, vabbene che ci sono esami;- d'accordo che c'è euforia però penso che sia ora di aggiornare "almeno " un pochino sto' blog... non vorrai fare la fine di enrix...He che si fà FESTA !!!!!!
Dai che il momento è topico..
cordialmente....rondinelibera

Mr Xyz ha detto...

Ripasso su questo blog dopo molto tempo...

Siccome so che in questo spazio si "ritrovano" molti fan di Travaglio (pur non amandolo non sto usando questa espressione in tono dispregiativo), avendo trovato uno stralcio di un'intervista a Travaglio pubblicata in un libro ucito un mesetto fa avevo una curiosità da soddisfare...

Questa è la parte dell'intervista in questione:

"Ma tu eri berlusconiano?
Balle spaziali. Ho sempre votato contro Berlusconi.

Lo ha scritto anche Giancarlo Perna. Parla di quando Berlusconi era imprenditore.
Ma non esistevano berlusconiani all’epoca (…). Perna pensa che io mi sia buttato a sinistra. Mentre io sono anticomunista oggi come lo ero allora. Però non c’è più il comunismo, e quindi non mi sembra il caso di perdere tempo. Sarebbe come schierarsi contro i cartaginesi.

Sei proprio di destra!
Se non fosse Berlusconi il capo della destra, io starei lì! In Francia voterei a occhi chiusi per uno Chirac, un Villepin. Per Sarkozy no perché è un tamarro. In Germania voterei Merkel sicuro. Mi piacevano molto Reagan e la Thatcher.

Ma perché se sei di destra, i girotondini ti amano tanto?
Perché la mia destra non esiste. È immaginaria. È la destra liberale. Cavour, Einaudi, De Gasperi, Montanelli. Tutti morti.

Facci si considera un Travaglio di destra.
Il Travaglio di destra c’è già, sono io. Lui non è nè Travaglio, nè di destra. È un berluscraxiano. Uno dei tanti.

Uno stralcio del libro è stato pubblicato da La Stampa di oggi.

Il Rompiballe, libro-intervista di Claudio Sabelli Fioretti a Marco Travaglio (Aliberti Editore, 15 euro)."

Personalmente sono rimasto parecchio sorpreso nel leggere che Travaglio, oltra a confermare di essere tuttora convintamente anticomunista, "voterebbe ad occhi chiusi per la Merkel, Chirac, Villepen" e che esprima vivo apprezzamento per Reagan e la Tatcher...

Quello che volevo chiedere al padrone di casa (Jean Lafitte), a Sympatros, Sagra o Rondinelibera, è:
1) eravate al corrente che Travaglio fosse un uomo convintamente di destra (nel corso dell'intervista lo ribadisce con forza in più di un passaggio)?
2) nel caso la risposta sia "sì" come potete renderlo oggetto di una così smodata e accesa ammirazione (evito di usare espressioni come "eleggerlo a vostro mito o guru" perchè come detto il mio obiettivo non è quello di insultare o provocare)?

Lo so, una prima risposta è ovvia e intuitiva, l'ammirazione nasce dal fatto che è visceralmente e ferocemente antiberlusconiano...
Ma se è per questo anche alcuni movimenti neofascisti odiano Berlusconi e lo criticano in modo aspro e feroce...
Non fraintendetemi...
Non sto dicendo che Travaglio sia un fascista...
Quello che voglio dire è che il fatto che qualcuno combatta contro lo stesso nemico contro il quale combattiamo noi non è una condizione sufficiente perchè possa godere della nostra stima...
Come disse Bertinotti in occasione della campagna elettorale del 2006, quando gli fu chiesto se dopo l'endorsement della Confindustria nei confronti dell'Unione la considerasse una sua alleata, "Non sono uno di quelli che pensa che il nemico del mio nemico sia mio amico"...

Il titolare di questo blog e i suoi frequentatori abituali sono sì antiberlusconiani, ma sono anche comunisti (almeno questo è quello che mi sembra di capire)...
Ora, per un comunista Reagan e la Tatcher dovrebbero rappresentare il peggio del peggio...
In quanto convinti assertori del liberismo sono stati accusati dalla sinistra di aver distrutto il welfare state e indebolito pesantemente i sindicati e di aver compiuto operazioni di macellaria sociale, oltra che di essere imperialisti e guerrafondai (questa non è la mia valutazione, da radicale e quindi da liberista io li apprezzo, ma queste sono le critiche che sono state rivolte loro da sinistra)...
Un comunista non potrebbe mai "votare ad occhi chiusi" per Chirac (l'uomo che ha lottato contro Mitterand, uno dei simboli della sinistra europea), Villepen o la Merkel...

Cioè, con Travaglio avete in comune l'obbiettivo immediato, ovvero rovesciare Berlusconi, ma ideologicamente (stando a quanto afferma lui, e non ho motivo di credere che riguardo le sue tendenze politiche affermi il falso) siete lontani anni luce...
Concordate sul rovesciare Berlusconi ma molto probabilmente avete idee diametralmente opposte sul che cosa bisogna fare dopo, sulle politiche che dovrebbe mettere in campo un ipotetico governo ideale, dettate da differenze ideologiche e da una visione fdella società agli antipodi...

Quindi la domanda è:
perchè eleggere Travaglio come intellettuale di riferimento e non invece uno tipo -dico il primo che mi viene in mente, ma ce ne sono un'infinità- Nanni Moretti?...
In fin dei conti anche lui combatte con tutte le sue forze Berlusconi (non si può dire che non lo critichi con veemenza o che gli risparmi qualcosa), però oltre all'antiberlusconismo con intellettuali di quel tipo avete in comune anche lo stesso progetto di società, in virtù del fatto che sostenete e sposate la stessa ideologia politica...

Quello che francamente trovo paradossale è che nonostante la sinistra abbia sempre prodotto una quantità enorme di uomini politici e di intellettuali (intesi come scrittori, giornalisti, filosofi, ecc..) -e questo è un suo merito- oggi i due campioni dell'antiberlusconismo nonchè due tra i personaggi più amati dall'univeso dei militanti di sinistra siano - sul versante giornalistico e politico - Travaglio e Di Pietro, ovvero uno che ha come modello Reagan e la Tatcher e l'altro che, anche se non l'ha mai dichiarato pubblicamente, voci di corridoio davano, durante il periodo della 1a Repubblica, a metà strada tra la parte più conservatrice della Dc e l'Msi...

Ringrazio tutti quelli che vorranno rispondere in modo costruttivo soddisfando questa mia curiosità...
Come detto il mio obiettivo è quello di cercare di capire, non di scatenare gazzarre...
Anche perchè, nonostante le mie idee siano distanti anni luce da quelle che leggo qui e nonostante le prime volte che sono intervenuto su questo blog abbia formulato critiche pesanti devo riconoscere a Jean Lafitte di aver sempre pubblicato i miei commenti...