14 ottobre 2007

I monaci Birmani? Possono crepare...



Contrordine camerati, non ce ne fotte più un cazzo dei monaci birmani. Ormai ci hanno scoperto, non era una dittatura comunista (anche perchè "dittatature comuniste" non possono esistere), era come sempre una dittatura delle nostre: fascio-capitaliste. E allora? E allora che crepino questi monaci di merda, tanto mica sono cristiani! E ora di che parliamo, camerati? Di certo non delle primarie del Pd, meglio tenerle nascoste, e neanche della "grande" manifestazione di An che inevitabilmente ci porterebbe a parlare delle primarie del Pd. Purtroppo oggi niente stupri da parte di extracomunitari e niente attacchi terroristici. E allora camerati? Ma perchè non parliamo dello "scandaloso" Premio Nobel ad Al Gore. Sì , sì camerati parliamo di questo. E degli altri "scandalosi" premi Nobel di "sinistra" come Dario Fo, Rigoberta Menchù, Arafat e persino Nelson Mandela. Che cazzo nessuno di loro è meritevole di un nobel, mica hanno appoggiato sanguinose dittature (ovviamente fasciste) per meritarselo. Eccheccazzo!
Dai parliamo di Al Gore tanto dei monaci birmani che "temevamo potessero essere presto dimenticati " chi se ne fotte più! Saranno morti tutti? Tanto meglio. Si stava meglio quando si stava peggio.... ah se tornasse la Bonanima!


P.s. noi di Kilombo a differenza dei camerati "liberali" non ci siamo già dimenticati dei monaci Birmani e della loro meritoria e sacrosanta lotta.

5 commenti:

Evergete ha detto...

Visto che citi a sproposito premi Nobel, e visto il tuo post adorante sulla Cina più sopra, che mi dice allora del premio Nobel Tenzing Gyatso, che denuncia la violenza del regime cinese che mostra "irritazione" per il suo invito a Washington? Come si mettono insieme le due cose?

Jean Lafitte ha detto...

cosa c'entra?

Anonimo ha detto...

scusa Jean, sono fuori OT,
come si fa ad essere revocati da KILOMBO ?
ovvio non è il caso tuo ma da altre parti si potrebbe discutere.
grazie
con simpatia rondinelibera

rondinelibera ha detto...

carissimo Jean,ti ripropongo un atroce dilemma che da non poco tempo mi accompagna .
ho partecipato(e tuttora lo faccio, saltuariamente) ad un Blog che aderisce a Kilombo. a mio modesto parere questo blog NON si trova nelle condizioni previste dalla carta di Kilombo.
pongo a te questa domanda,visto che non riesco a contattare il sito Kilombo,è possibile accertare
d'ufficio la rispondenza dei requisiti di adesione alla carta?
scusa se sono OT ma era il primo articolo che citava Kilombo.

grazie rondinelibera

Jean Lafitte ha detto...

boh rondine non saprei. guarda oggi kilombo, ci sono molti blog che parlano di futuro di kilombo. vai a chiedere in quei blog, io sono nuovo alla fine.