24 febbraio 2008

Eiaculatio Praecox (a una certa età capita)


"SABINA GUZZANTI SI SCHIERA CON PAOLO GUZZANTI IN DIFESA DELLA VERITA’, DEL PADRE E DELLA COMMISSIONE MITROKHIN. CHE ANCHE TRAVAGLIO SIA CADUTO NEL FANGO? E’ QUEL CHE A SINISTRA SI COMINCIA A TEMERE."

Paolo Guzzanti

"su questa vicenda credo che Marco sia semplicemente non molto informato e d'altra parte non è il genere di inchieste di cui è esperto. credo che si sia un po' limitato a ripetere quello che hanno scritto gli altri. Glie l'ho detto naturalmente che non ero d'accordo con il suo corsivo e in particolare che trovavo profondamente ingiusto associare l'investigazione della Mitrokin che per altro è presa piuttosto sul serio all'estero, a quella di telecom serbia che era di tutt'altra natura. Quindi su questo punto io e Marco semplicemente non siamo d'accordo."

Sabina Guzzanti

Il mio commento: Già è tristissimo che un padre si metta a fare il copia-incolla delle parole della figlia. Che poi cerchi di strumentalizzare le sue parole, modificandone sostanzialmente il significato, e tirarla dalla sua parte per poter sfruttare la sua buona immagine per difendersi dalle accuse che piovono anche dalla sua parte politica, questo lo trovo squallido.
Però è esemplare per vedere in quale maniera Guzzanti e i suoi distorcono a loro piacere la realtà.
Avere un amico che ha una querela pendente dal proprio padre non è una situazione comoda e non mi stupisce la posizione cerchiobottista di Sabina(di certo non si è "schierata" col padre). Da padre cercherei di non renderla ancor più scomoda, solo per ottenerne presunti vantaggi mediatici (magari distogliere l'attenzione da Scaramella e dalla commissione), anche in una situazione, bisogna ammetterlo, certamente di sofferenza e difficoltà per il senatore passato dal ruolo di grande accusatore a quella di accusato.
Ma ognuno è fatto in maniera diversa e ha la sua personalissima visione dell' etica e della morale. Per fortuna non tutti sono come il senatore.

42 commenti:

Asdrubalino ha detto...

Vero, ognuno ha una sua visione dell'etica e della morale, tu per esempio non ti fai scrupoli a usare parole scritte oggi da Sabina Guzzanti per attaccare suo padre per una cosa che ha scritto ieri, e che è legata aun affermazione di Scirocco/giu.

Jean Lafitte ha detto...

non mi sembra di aver attaccato il senatore guzzanti. ho solo espresso il mio biasimo.
chi ha usato le parole di Sabina guzzanti come un arma mediatica è proprio suo papino.
comunque se vogliamo parlare di etica e morale per me va benissimo.
iniziamo a parlare del blog cielilimpidi per esempio. cliccando appena sotto l'intestazione del blog su "chi siamo" finalmente sono comparsi oggi i nomi di tutti e cinque. nomi fittizi almeno due. vorremmo saperne di più. magari anche della tua temporanea dipartita e ritorno.

Asdrubalino ha detto...

Immagino he tu invece ti chiami esattamente Jean Lafitte....

Ma non divaghiamo, dimmi come ha fatto Guzzanti a usare ieri le parole scritte oggi da sua figlia su Travaglio.

Con parole tue, se la cosa ti è d'aiuto

Jean Lafitte ha detto...

non mi chiamo esattamente Jean Lafitte ma non mi sono messo mai a diffamare nessuno al contrario di qualche altro che invece si nasconde dietro all' anonimato.

"Ma non divaghiamo, dimmi come ha fatto Guzzanti a usare ieri le parole scritte oggi da sua figlia su Travaglio."

altro giochino delle tre carte.
GUZZANTI NON HA USATO IERI LE PAROLE DI SABINA SU TRAVAGLIO. ha usato le parole di Sabina su Orlando perchè erano comparse sul suo blog. infatti copia-incolla ha fatto. questo con parole mie. con parole tue?

Asdrubalino ha detto...

"non mi chiamo esattamente Jean Lafitte ma non mi sono messo mai a diffamare nessuno al contrario di qualche altro che invece si nasconde dietro all' anonimato."

Nervosetto Lafitte?

Ti ricordo che ci accusi sistematicamente di scrivere cose false.

Quindi non credo che sia opportuno che tu lanci accuse agli altri di diffamare anonimamente.

"altro giochino delle tre carte.
GUZZANTI NON HA USATO IERI LE PAROLE DI SABINA SU TRAVAGLIO. ha usato le parole di Sabina su Orlando perchè erano comparse sul suo blog. infatti copia-incolla ha fatto. questo con parole mie. con parole tue?"

Ammirevole mirror climbing Lafitte, ma tu hai tirato in ballo le parole che Sabina ha detto oggi.

Jean Lafitte ha detto...

sono tranquillissimo asdrubalino e non vedo come potrebbe essere il contrario. tra l'altro il cercare di rigirare l'accusa era ampiamente prevedibile e preventivato.
vedi quello che non capisci non è che io non vi accuso di scrivere cose false ma di presentare certe cose (la maggioranza dei quali non documentata) in maniera tale da suggerire qualcosa che non esista nè in cielo nè in terra. vedi Prodi spia del kgb o kram autore della strage di Bologna. quando mi presentai da Gabriele mi presentai dubbioso e desideroso di sapere. la vostra correttezza e trasparenza (sic)ha fatto si che molti di quei dubbi siano stati sciolti.

sul diffamare anonimamente. quello è un problema di carattere penale che non mi dovrebbe riguardare assolutamente (fino a quando non vengo insultato dal tuo socio).

sapere però le vostre qualifiche invece sarebbe importante per l'opinione pubblica (nel vostro caso più privata che pubblica visto il vostro "successo"). una cosa è che siete ex-spie , giornalisti , diplomatici altra se siete ingegneri o vendete frutta e verdura. perchè state cercando di provare fatti, qualora esistessero, di cui sono all' oscuro la Cia, l' Mi6, etc....altrimenti mi sfuggirebbero i riconoscimenti da parte di quei paesi alla spia dei russi.

"Ammirevole mirror climbing Lafitte, ma tu hai tirato in ballo le parole che Sabina ha detto oggi."
nessun "mirror climbing", semmai sei tu che ora stai di nuovo cercando di cambiare discorso. le parole di Sabina di oggi chiariscono (nella maniera in cui tra l'altro avevo già inteso io quelle parole ieri, forse perchè non prevenuto e/o interessato come voi) le parole di ieri.

torniamo ai fatti.
spiegami questa frase, please
"Ma non divaghiamo, dimmi come ha fatto Guzzanti a usare ieri le parole scritte oggi da sua figlia su Travaglio."

Gabriele Paradisi ha detto...

Uno non può assentarsi qualche giorno che... scoppia il finimondo...
Una sola cosa non cambia mai: l'ottusità di certuni.
Nel caso tuo Lafitte, non disperare. Hai l'attenuante dell'età.
Discorso più delicato invece per l'amico "sciroccato" Giu Palladina (che nomino istantaneamente Re degli autogol), o il vecchio simpatrico filosofo che vacillando vistosamente all’esternazione di Sabina, ha persino iniziato a confondersi coi congiuntivi e i verbi intransitivi...
E Henry Smart e Sagra?
Non pervenuti!

Jean Lafitte ha detto...

vedi Gabrieluccio, come ti ho già detto, quando una persona sempre pacata come te si mette a insultare significa che è in difficoltà.
tutto questo è iniziato quando ho detto che ti stavi giocando la faccia.

"E Henry Smart e Sagra?
Non pervenuti!"
e si che uno il fine settimana deve rimanere attaccato sempre davanti al pc. una vita reale non è consentita sennò arriva gabriele paradisi a insinuare chissà cosa.

il titolo dell' imperatore degli autogol appartiene a enrix. qui potrai trovare un vasto campionario, che manco il miglior niccolai.

Sympatros ha detto...

Gabriele, com'è? Sei diventato così innamorato del Senatore, la conversione sulla via di Damasco è tale che lo segui pure sulla via di farneticanti intransitivi e impossibili dativi, ma forse non è così, forse pur di non pigliare posizione, ti piace darti alle quisquilie; Gabriele uno che indirizza i suoi ad andare a votare ad un sondaggio e lo nega sdegnato e butta al mare chi gli dice le cose come stanno, contro ogni evidenza documentale, questo non ti fa muovere nè collo e nè costa? Ti è più conveniente attaccarti alle quisquilie? Il coraggio del no global dove è andato a finire? Ma già, grande coraggio, non hai dimostrato nemmeno al tempo delle allucinanti minacce.

Sympatros ha detto...

I giornalisti d'inchiesta gioiscono e anche senza fare tanto fracasso, quando si imbattono in qualche nuovo documento, in qualche nuova prova che può arricchire e corroborare la propria ricerca ed, eventualmente, la propria tesi. Ora i nostri giornalisti in erba gioiscono e si dimenano per una dichiarazione, di una figlia in favore del padre, che non ha alcuna caratteristica di documento, nè è spendibile a livello di prova. L'ho sempre detto che Gabriele e company hanno un concetto alquanto originale del giornalismo d'inchiesta, che pure è nei loro sogni!

Gabriele Paradisi ha detto...

Caro Sympatro
io sono e resto di sinistra soprattutto perchè sinistra, a casa mia, significa anche onestà intellettuale e amore per la verità.
In questi mesi ho visto schiere di persone che si proclamavano di sinistra e invece erano solo dei beceri, ottusi, fanatici burattini senza nessuna capacità di intendere e volere. Senza nessuna voglia di conoscere e capire.
Senza il coraggio di ammettere la realtà oggettiva che di volta in volta gli si parava di fronte.
Ho visto persone pur dotate di intelligenza arroccarsi in modo imbarazzante su posizioni insostenibili e offensive per la loro stessa intelligenza.
Tutto ciò, credo, non abbia nulla a che vedere con la sinistra o con la mia indole antiliberista.

Un giorno, caro Gassendi, racconterò nei dettagli la vicenda della querela di Guzzanti nei miei confronti e del mio eventuale "coraggio".
Io allora, prima di mollare, contattai per mail e per telefono una decina di giornalisti e "testimoni" in giro per il mondo... Italia, Francia, Salvador...
Avessi raggiunto un qualche risultato sarei andato fino in fondo. Puoi contarci.
Ma “purtroppo” dovetti ammettere che oltre all'habeas corpus (e cioè all'articolo), mancavano anche i testimoni disposti a confermare le mie parole.
Vedi, Antipatro1, credo che quella vicenda sia una metafora in minore di ciò a cui stiamo assistendo in questi mesi.
Una “verità” ufficiale invade ogni spazio mediatico.
Le persone facili si bevono con gusto le autorevoli parole dei guru della comunicazione, mentre viene soffocato ogni tentativo di far passare le notizie vere e documentate, esponendo al pubblico ludibrio chiunque provi a farlo.
Questo a me pare… “fascismo”.

Sympatros ha detto...

Se il senatore ha trattato i documenti e le informazioni della Mitrokhin, come tratta i vocabolari, stiamo freschi, diceva Andreotti! Andreotti è naturalmente riferito soltanno allo stiamo freschi!!

Dice Guzzanti:

"IRRIDERE NON E’ E NON SARA’ MAI TRANSITIVO."

Le ultime parole famose:

Il Devoto: solo transitivo

Zanichelli: solo transitivo

Il Coletti: solo transitivo

Il Gabrielli: solo transitivo

Gabriele Paradisi ha detto...

Sympatros, ti inonderemo di documenti. Puoi contarci. Già nei prossimi giorni.
Le prime significative crepe sono già evidenti… proseguiremo l’opera.
Il nostro blog presto avrà una sezione dedicata proprio a contenere i “reperti originali” così che ciascuno possa leggerseli come e quando vuole... integrali, senza manipolazioni.

Ti faccio notare che le dichiarazioni delle persone, scritte, registrate o in video, sono esse stesse dei documenti.
Ti è talmente indigesta la dichiarazione di Sabina da non ritenerla un reperto degno di nota?
Capisco. Sono stati giorni difficili. Una buona dormita può aiutare...

Jean Lafitte ha detto...

caro gabriele parlo per me. ti sembra che non abbia speso abbastanza tempo per approfondire la vicenda?
credi che sia in malafede quando vi critico?
credi che sia manipolato da qualcuno?

nessuno ha cercato di impedire di parlare, nessuna querela, nessuno è saltato in aria, nessun "incidente".

la realtà lasciatela giudicare ai vostri lettori. piccolo problema , siamo noi i vostri lettori!

al contrario vedo da parte vostra il fatto che avendo investito così tante energie in questa faccenda la cosa è diventata una questione personale.non è più importante la verità , che i fatti recenti stanno delineando molto bene, ma dimostrare di avere ragione. a costo di insultare, aggredire e soprattutto coprirsi di ridicolo.
a costo di sostenere che siano prove e documenti le chiacchiere.
vedi gabriele finchè vi comportate in maniera corretta, nessuno se la prende con voi, si discute. solo che proprio non riuscite a sostenere le critiche. che da parte mia , ripeto, sono soprattutto di carattere metodologico.

ma secondo te se arriva una persona di cultura media sul vostro sito può mai pensare che sia un sito di giornalismo d'inchiesta serio. passi per gli anonimati. ma vi siete ridotti a parlare di quello che dice Sabina Guzzanti o ancora peggio... me!
dai gabriele, tu che parli di onestà intellettuale, ammettilo che siete in difficoltà...

Jean Lafitte ha detto...

"Ti faccio notare che le dichiarazioni delle persone, scritte, registrate o in video, sono esse stesse dei documenti.
Ti è talmente indigesta la dichiarazione di Sabina da non ritenerla un reperto degno di nota?
Capisco. Sono stati giorni difficili. Una buona dormita può aiutare..."

ovviamente quando parliamo di documenti parliamo di documenti che possano costituire una prova per la trama del vostra spy story da b-movie. non certo le opinioni di Sabina Guzzanti, o anche quelle di Putin del Papa o di Sai Baba. le chiacchiere sono chiacchiere a meno che questi grandi testimoni vanno da un giudice. altrimenti chiacchiere restano...
sono stati giorni difficili? per Sympatros? e per quale motivo di grazia? non è mica lui che si deve difendere ma altri

Anonimo ha detto...

“Una sola cosa non cambia mai: l'ottusità di certuni.
Nel caso tuo Lafitte, non disperare. Hai l'attenuante dell'età.
Discorso più delicato invece per l'amico "sciroccato" Giu Palladina (che nomino istantaneamente Re degli autogol)”

Non vedo l’autogol, Gabriele.
Come ho spiegato già parecchie volte, io ho le chiappe al caldo: è la povera Sabina che forse le ha esposte un po’ troppo, dando modo al suo papà di strapparle le mutande ed esibirle per trofeo.
Del resto la signorilità di quel vecchio signore è nota a tutti.

Ma anche voi state imparando velocemente, seduti ai banchi del prof. Guzzanti.
Vedo infatti che anche tu hai imparato il trucchetto per stanarmi, che è quello di storpiarmi il cognome.
Per l’ennesima volta: mi chiamo Paladina.

E ora che sono qui, vedi se puoi argomentarmi il delicato discorso sulla mia ottusità.
Basta che non lo buchi con la tua acutissima opinione.

Giuseppe Paladina

Anonimo ha detto...

Ma, Mitrokhin a parte (della quale personalmente non mi frega un cazzo, perchè non credo nè a Scaramella nè a Guzzanti): cari Jean Lafitte, Sympatros e Giuseppe Paladina (mi ricordo bene di come Guzzanti la sfotteva slealmente chiamandola "giupaldina", che schifo!!), con tutto il rispetto, cosa state ancora a discutere su quel fanatico reazionario di Guzzanti (che tra l'altro nel suo penoso blog usa due pesi e due misure con fans e avversari)con i suoi adoranti giannizzeri ? Mandateli una buona volta a cagare, tanto con loro è come voler cavar sangue dalle rape!!

Carlo Asili

Sympatros ha detto...

Gabriele Paradisi tu cincischi, facendo finta di volare alto, lasciamo perdere i massimi sistemi, prima di volare alto, affronta quello che ti sta vicino, te lo sto ripetendo in tutte le salse, per te amante della libertà e di sinistra, è giusto che chi dice la verità in faccia come ha fatto Gassendi, venga tacitato, buttato a mare; questo tuo amico si sta comportando bene o, uno spirito libero come te, dovrebbe dirgli qualche parolina? Ma tu mi dirai, come al tempo delle minacce, ma caro Antipatro, io non so di cosa parli! Viva la libertà!

Sympatros ha detto...

Dice Gabriele:

"Le prime significative crepe sono già evidenti… proseguiremo l’opera."

Quali, Gabriele?

L'assoluzione con formula piena dei poveri ucraini?

Il non tanto glorioso patteggiamento di quattro anni di Scaramella?

Gabriele Paradisi ha detto...

Paladina, scusami. Nella confusione non ricordavo più il tuo cognome corretto.
Qui nel blog di Lafitte (che ringrazio per l’ospitalità) mi permetto di sbracare un pò.
Faccio battutine, provo a fare della facile ironia.
Anch'io, così serioso, talvolta ho bisogno di ricreazione.
Quale luogo migliore di questo?

Quando parlo di ottusità penso prima di tutto a me stesso.
Anch'io, come tutti, avevo le mie radicate opinioni che mi ero faticosamente e meticolosamente costruito in anni e anni di buone letture.
Quando però un giorno ho cominciato a vedere sgretolarsi miseramente certe costruzioni “ideologiche” ho provato (ottusamente) a resistere, finché ho deciso che dovevo smetterla.
Dovevo guardare in faccia la realtà e basta. Sarebbe stato inutile, ridicolo, non dignitoso, perseverare nel sostenere l’insostenibile e soprattutto il falso.
Quando contattai Carlo Bonini di Repubblica chiedendogli di pubblicare l’intervista “on the record” all’ormai defunto Litvinenko, ero convinto che l’avrebbe fatto e con ciò sarebbe stata messa una pietra tombale sulla vicenda Mitrokhin.
Scoprì, come sai, che le cose erano andate in realtà molto diversamente.
Quello fu forse un autogol?
Può darsi, ma, personalmente, mi servì per una ripartenza energica e gioiosa. Ma soprattutto libera.

Gli autogol possono essere salutari.

Prendo a prestito una canzone che ascolta spesso mio figlio minore...

"gli altri segneranno però
che spettacolo quando giochiamo noi
non molliamo mai
Loro stanno chiusi ma
cosa importa chi vincerà
perché in fondo lo squadrone siamo noi
lo squadrone siamo noi".

;-)

Jean Lafitte ha detto...

gabriele prima ringrazia e poi attacca questo blog come se fosse il luogo più adatto per i suoi sfoghi da ultras nonostante le figure barbine del suo serissimo compagno enrix.
la domanda che faccio (ne avevo fatte altre ma non ho trovato risposta) ora è questa: il fatto che D'Avanzo non abbia registrato quell' intervista è sufficente a rendere per magia credibili e fondati i teoremi guzzantiani?

a mio avviso certamente no. il punto che io uso la logica, altri non so cosa...

Anonimo ha detto...

Per Gabriele Paradisi

Ti invito a leggere la mia risposta a maralai sul Blog di Sabina Guzzanti, al quale mi sono testè iscritto.

Il piacere di conversare amenamente con il Guzzanti padre mi è stato negato dal democraticissimo (sic!) e confusionario senatore, ed è stato negato a molti altri, con argomenti futili e pretestuosi, molto somiglianti a quelli che usava Ceausescu con i suoi oppositori.

Che tu possa gioire della generica e superficiale dichiarazione di affetto della cara e stimata Sabina la dice molto lunga su due strani aspetti della tua personalità "double face":

1) Critichi a ruota libera le esternazioni di chi si sforza di opporre la sua libera opinione ai rozzi ed animaleschi comportamenti del Senatore Guzzanti nei confronti di chi osa minimamente contraddirlo, a torto o ragione, e non hai mai speso una parola di censura sul tuo ineffabile socio del Blog.

2) La tua sbandierata appartenenza ai giusti della Sinistra appare sempre più somigliante alle fantomatiche affermazioni del ceppalonico Mastella, al quale ti accumuna una fondamentale e conveniente confusione di ruoli e di parte, con la sola differenza che lui lo fa per soldi, tu invece avrai altre più nobili convenienze.

Ammetti una buona volta che sei passato dall'altra parte e che non incanti più nessuno!

Passare dall'altra parte non è peccato.

Fare finta di restare con gli amici di prima solo a parole, ma non certo nei fatti ti qualifica per un inaffidabile "double face" che non giova per nulla alla stima che potrei avere di te.

Sempre meno cordialità da Sagra

enrix ha detto...

"gabriele prima ringrazia e poi attacca questo blog come se fosse il luogo più adatto per i suoi sfoghi da ultras nonostante le figure barbine del suo serissimo compagno enrix."

Potresti farne un indice, delle mie figure barbine? Io sono bloccato a pagina zero, vedi di darmi una mano tu che sei esperto.

"la domanda che faccio (ne avevo fatte altre ma non ho trovato risposta) ora è questa: il fatto che D'Avanzo non abbia registrato quell' intervista è sufficente a rendere per magia credibili e fondati i teoremi guzzantiani?"

No, ma il fatto che Bonini abbia dichiarato in premessa che si trattava di un'intervista completamente "on the record" senza averla invece registrata, aggiunto al fatto che si trattava di un'intervista ad un morto al quale vengono messe in bocca cose che non può aver detto per dei clamorosi errori di datazione, ne fanno un'intervista falsa.
E se uno come Bonini si prende la briga di pubblicare su repubblica un'intervista falsa per sputtanare una persona, vuol dire che quella persona è stata posta sotto un attacco criminale per qualche motivo.
Si tratta di un mezzo illegale volto alla difamazione, Lafitte, un'intervista falsa.

"a mio avviso certamente no."

A tuo avviso è persino giustificata la pena di morte in Cina per ragioni di rispetto delle tradizioni culturali, non mi stupisco più di nulla.

"il punto che io uso la logica, altri non so cosa..."

Prova ad usarla per davvero la logica, e forse saprai cosa.

Gabriele Paradisi ha detto...

Caro Sagra, cari amici, dovete aiutarmi. Non riesco proprio, per quanto mi sforzi, a capire il ragionamento con cui mi accusate.
Sembrerebbe, leggendo in particolare l'ultimo commento di Sagra, che prendere posizione a favore di Guzzanti su questa vicenda equivalga ad essere di destra.
Mi avete forse mai visto ad oggi sottolineare con entusiasmo qualche uscita politica del senatore o della sua parte?
Io sulla vicenda Mitrokhin mi sono informato, documentato (molto più dei vari Travaglio, Orlando, Bonini & D'Avanzo, se vogliamo riconoscere loro qualche attenuante), e ho tratto le mie conclusioni.
A parere mio la verità sta da una parte che non è quella gridata in ogni luogo dai soggetti che ho poc'anzi citato. Anzi, ogni giorno che passa si scopre che costoro "fabbricano" falsi pur di sostenere le loro tesi.
Cosa c'entra in tutto ciò la sinistra e la destra?
Dovete spiegarmelo con parole semplici perchè ad oggi non ci siete ancora riusciti.
Grazie

Anonimo ha detto...

Per Gabriele Paradisi

Scuse accettate (con la condizionale).
Speriamo di non parlarne più.

Riguardo al resto, ne abbiamo già ampiamente discusso, ai tempi felici del tuo blog.
Ho detto e ripetuto che non esiste per me una Questione Ideologica; il dibattito sulla vicenda è stato strumentalmente colorato da Guzzanti stesso, e da chi si ostina ad evocarla.

Tu continui con la storiella della tua improvvisa faticosa illuminazione, ma ancora non ti rendi conto che la tua caduta dal ramo sinistro del pero non interessa a nessuno: è la tua storia personale, e non ha senso voler svegliare qualcuno dai tuoi vecchi ottundimenti.
Interessa solo te, e quelli che la usano per fini strumentali.
Assomiglia assai a quella di Guzzanti stesso, guarda caso, che parla da reduce dall’infatuazione per quelle ‘utopie assassine’: io c’ero, so come son fatti perché li ho visti da vicino, e io stesso ero uno di loro.
Ma lui ha da pasturare la sua gabbia di allocchi, che devono rendergli il seggio in Senato.
E si sentono molte voci circa la possibilità che le caldane lo abbiano seriamente rincoglionito.

Io invece incantato non lo sono stato mai.
Sono un battitore libero, e la mia opinione sulla vicenda (e su Guzzanti) me la sono costruita con un anno di confronti diretti con lui e con i suoi sostenitori.
Nell’anno che abbiamo trascorso insieme abbiamo mangiato la stessa minestra, ma tu sei cresciuto in una direzione e io nell’altra.
Vivaddio, questo significa che l’informazione ha mantenuto alcuni gradi di libertà, e che l’equivalenza [conoscenza dei fatti = sostegno a Guzzanti] è falsa.

Ma tu naturalmente dirai che la tua minestra aveva invece vitamine speciali, roba che solo tu hai mangiato e che presto metterai a disposizione.

Yahwn..
Ti ringrazio, quando mi torna l’appetito ne riparliamo.

Giu

Sympatros ha detto...

Siccome non so mai con certezza se i miei post vedano la luce da Guzzanti, lo posto pure qua


Le ultime parole FAMOSE!


Dice Guzzanti:

"IRRIDERE NON E’ E NON SARA’ MAI TRANSITIVO."


Il Devoto: solo transitivo

Zanichelli: solo transitivo

Il Coletti: solo transitivo

Il Gabrielli: solo transitivo

Arrivederci a presto, Senatore permettendo, mi farò vivo, quando ci saranno fatti nuovi, due fatti ci sono già stati:

1 Assoluzione con formula piena dei poveri ucraini

2 Pattegiamento di quattro anni di pena per Scaramella, per calunnia e traffico d'armi

Bisogna avere pazienza, quali potrebbero essere i fatti nuovi?



1 Potrebbero diventare pubblici tutti gli atti, relativi al patteggiamento Scaramella

2 Di consaguenza, potrebbe risultare che Scaramella è stato vittima e sotto tortura da parte delle toghe rosse e, quindi, costretto al patteggiamento

3 Oppure potrebbe risultare che, riconoscendo le sue responsabilità, visto anche la forza probatoria dell'accusa, si è deciso, perché cosa più opportuna, a chiedere il patteggiamento

4 L possibile apertura di un fascicolo per un misterioso "reato istituzionale". Boh, che sarà?

5 Mi fermo al quattro

CIAO A TUTTI, E A PRESTO ....... non dimenticate, però, le ultime parole famose:

"IRRIDERE NON E’ E NON SARA’ MAI TRANSITIVO."

Sympatros ha detto...

Gabriele, se il post di sopra non dovesse passare da Guzzanti, dopo i miserabili che mi ha affibbiato, dopo tutte le castronerie linguistiche sugli intransitivi e i dativi, ti sembrerebbe giusto? Così tanto per saperlo, non è che io pretenda che tu richiami il tuo Guzzanti. Ma io sono fiducioso e penso che passerà, magari accompagnato da una processione di gentili parole!

Gabriele, Gabriele, ci sei ancora? Questo riferiscilo tu al tuo Senatore:

Ah, dimenticavo, se la verità sta nel libro del Senatore, come fate già a conoscerla?

Il libro lo stiamo aspettando da un maggio all'altro, speriamo che il prossimo sia quello giusto! Tra l'altro Davide Giacalone è in attesa che il Senatore parli e dica qualcosa!! Ma poi e ripeto poi, se questo libro è tanto importante, perché non l'ha pubblicato prima, così poteva risparmiare qualche sofferenza al povero Scaramella!

Jean Lafitte ha detto...

caro Gabriele, uno può essere di sinistra e "schierarzi a favore di Guzzanti" in presenza di qualche straccio di prova. altrimenti il comportamento è quantomeno sospetto.

quali sono le conclusioni che hai tratto? in base a cosa?

"Anzi, ogni giorno che passa si scopre che costoro "fabbricano" falsi pur di sostenere le loro tesi."

in base a cosa dici che "fabbricano" falsi? te lo dico io. sulla base di una tua presa di posizione e di campo, forse non "ideologica" ma sicuramente discutibili, visto i fatti che sono in maniera evidente tutti contro le vostre teorie.

Jean Lafitte ha detto...

"Potresti farne un indice, delle mie figure barbine? "

è un lavoro piuttosto duro elencarle tutte. comunque basterebbe sfogliare il blog. anche il tuo.

"No, ma il fatto che Bonini abbia dichiarato in premessa che si trattava di un'intervista completamente "on the record" senza averla invece registrata, aggiunto al fatto che si trattava di un'intervista ad un morto al quale vengono messe in bocca cose che non può aver detto per dei clamorosi errori di datazione, ne fanno un'intervista falsa.
E se uno come Bonini si prende la briga di pubblicare su repubblica un'intervista falsa per sputtanare una persona, vuol dire che quella persona è stata posta sotto un attacco criminale per qualche motivo.
Si tratta di un mezzo illegale volto alla difamazione, Lafitte, un'intervista falsa."

dimostrare la falsità dell' intervista sta tutto a carico dell' accusa (voi). ad oggi non siete riusciti a dimostrarla. quindi tutti i ragionamenti che ne conseguono, tra l'altro discutibili, sono campati sul nulla.

"A tuo avviso è persino giustificata la pena di morte in Cina per ragioni di rispetto delle tradizioni culturali, non mi stupisco più di nulla."

come sempre quando non sai che dire cambi discorso.

"Prova ad usarla per davvero la logica, e forse saprai cosa."

io la uso davvero la logica e come mi è stato più volte riconosciuto è una logica ferrea, quasi pura. la tua invece è una logica complottista, tutta in una direzione. perchè basterebbe che una o due delle vostre pippe mentali venisse meno per far cadere tutto il castello di carte, basato, dati alla mano disponibili fino ad oggi, sul nulla più totale.

Sympatros ha detto...

Mi ha risposto il Senatore ed io così rispondo


Boh, che sarà? Enrix è la mia fonte privilegiata!! Enrix, Enrix, mi informa, mio insultante Senatore!



Ci sentiamo più tardi

Jean Lafitte ha detto...

ah dimenticavo per smentire anche uno dei vostri cavalli di battaglia.

sia nella lingua italiana che in quella inglese
http://www.merriam-webster.com/dictionary/record

http://www.demauroparavia.it/92283

il primo significato dato a registrare/to record è sempre associato allo scrivere. quindi anche quest' accusa contro bonini e d'avanzo è fondata sulle vostre pippe mentali. "on record" è corretto.

http://www.merriam-webster.com/dictionary/on%20record

Anonimo ha detto...

Per Gabriele Paradisi

"Anzi, ogni giorno che passa si scopre che costoro "fabbricano" falsi pur di sostenere le loro tesi."

Finora l'unico che ha fabbricato un falso clamoroso è l'oggetto principale di tutte le nostre discussioni, che ha patteggiato, quindi accettato e sottoscritto, una condanna per calunnia ed importazione di armi da guerra a 4 anni.

E lo ha fatto unicamente perché i suoi avvocati avevano la matematica certezza che sulla base delle prove accumulate dall'accusa, si sarebbe beccato 6 anni con gli interessi (scomode indagini accessorie che il patteggiamento ha provvidenzialmente stoppato).

Chi si ostina ad attaccarsi ad errori ed incidenti di percorso per invalidare il merito di chi aveva visto più che giusto, mostra un atteggiamento non certo equilibrato, ma perfettamente equiparabile a quello dei fans guzzantiani più accaniti e scornati.

Ergo: Sei uno dei loro!!

Sono stato abbastanza chiaro?

Sei di Destra, e non te ne eri mai accorto.

Un mio caro amico si è accorto di essere gay a 40 anni, con una moglie e 2 figli.

Può capitare anche ai migliori!

Cordiali saluti da Sagra

Gabriele Paradisi ha detto...

Lafitte, con tutta la buona volontà faccio fatica a replicare a uno che dopo un anno e due mesi scrive ancora:
"dimostrare la falsità dell' intervista sta tutto a carico dell' accusa (voi). ad oggi non siete riusciti a dimostrarla".
Ma come?
Io ho la certezza matematica che tutte e 3 (forse 4) le interviste chiave pubblicate da B&D tra il 26/11/06 e il 9/12/06 sono false. Punto. Me l'hanno detto gli intervistati direttamente.
Se tu credi che io abbia falsificato il carteggio con Gordievskij e Bukovskij abbiamo già finito di discutere.
Tu dici:
"caro Gabriele, uno può essere di sinistra e "schierarzi a favore di Guzzanti" in presenza di qualche straccio di prova".
Ebbene io quelle prove credo di averle. Fine.

Jean Lafitte ha detto...

parole sante Sagra. l'unica cosa su cui non sono daccordo è sul fatto che Gabriele sia necessariamente di destra. non ci crede neanche lui a quello che dice!

rispondiamo a Gabriele
tu le tue "certezze matematiche" puoi averne quante ne vuoi ma devi convincere gli altri, altimenti mi sfugge la funzione del blog e tutto questo sbattimento gratuito (?).

"Me l'hanno detto gli intervistati direttamente."

esticazzi. io pure potrei arrivarti a dire che sei alto , con gli occhi azzurri i capelli biondi e magari anche pettinati se mi stai a rompere i coglioni dalla mattina alla sera per farmi dire che sei alto, con gli occhi azzurri etc...

sul carteggio con le due ex spie hai mancato di trasparenza e questo mina la tua credibilità. ma anche se tu hai riportato il maniera corretta quello che i due signori ti hanno riferito rimane il fatto che non sappiamo se queste persone hanno detto il vero o meno. Gordievski per esempio è uno che ha raccontato la sua fuga dall' Urss in maniera talmente inverosimile...

"Ebbene io quelle prove credo di averle. Fine."
e io ti dico che lo credi perchè sei poco rigoroso. quà ci vogliono prove serie non indizi e pippe mentali ( o manuali :))

"Lafitte, con tutta la buona volontà faccio fatica a replicare a uno che dopo un anno e due mesi scrive ancora:"

ma nessuno ti chiede di replicare. siete voi che mi fracassate i maroni con le vostre teorie complottiste. tornate quando avrete qualcosa di più concreto.

Anonimo ha detto...

Per Gabriele Paradisi

"Se tu credi che io abbia falsificato il carteggio con Gordievskij e Bukovskij abbiamo già finito di discutere."

Il tuo sodale enrix ha affermato e riaffermato a gran voce che l'intervista "on the record" di Minoli a Gordievskij è falsa.

Abbiamo già finito di discutere?

Sagra

Jean Lafitte ha detto...

e aggiungo riguardo a questa frase.

"Se tu credi che io abbia falsificato il carteggio con Gordievskij e Bukovskij abbiamo già finito di discutere."

io credo che tutte le nostre discussioni siano puro cazzeggio in mancanza di fatti concreti (ma direi anche in caso si presentassero).
sono disponibile, a dispetto di quanto pensi, a cambiare opionione però in presenza di fatti concerti, appunto, ma, anche se dovessi cambiare opinione io, non mi sembra, e lo dico modestamente, che facciate tutto questo grande acquisto!
quindi alla fine sta discussione infinita sul sesso degli angeli non è tanto finalizzata al convincimento ma è più un ping pong dialettico a vedere chi è il più bravo. se è vero che avete tutti questi argomenti a favore, quindi, ne deduco che siete scarsini voi visto che state nettamente soccombendo.
al contrario penso che siate piuttosto bravi a canfondere le carte in tavola ed estremamente metodici e infaticabili nel vostro battere a tappeto tutto il web in cerca di ogni discussione sui temi in questione ma che malgrado ciò la pochezza degli argomenti in vostro favore vi pone comunque in difficoltà. più si va avanti e più escono fuori tutti i limiti delle vostre teorie.

Gabriele Paradisi ha detto...

Non ho nulla contro i gay Sagra. Tranquillo. Non discrimino le persone in base alla loro religione, o al loro colore, figurati se lo faccio in base alle loro preferenze sessuali. Non sapevo di te, ma se ti senti finalmente in armonia con il tuo corpo e con la tua mente va bene così. Ogni "coming out" è salutare. ;-)

La tua digressione sul mio essere di destra è ridicola.
Io credo che la verità non abbia colore, così come le menzogne.
Se ritengo di scoprire una menzogna da parte di alcuni della mia stessa fede politica io non la nascondo solo perchè viene dalla mia parte politica. Anzi. Sono indignato con chi la infanga.
Se per te essere di sinistra significa tapparsi occhi, naso e orecchie pur di vedere solo le cose buone fai pure. Io credo che il mio onesto atteggiamento contribuisca a migliorarci e non certo il viceversa.

Su Scaramella ti prego di aggiornarti e documentarti adeguatamente prima di tirare certe conclusioni. Comunque prima o poi credo che si chiariranno molte cose.
Basta avere pazienza e sangue freddo.

Sympatros ha detto...

Novità delle novità, il senatore Guzzanti ha deciso, i suoi rivoluzionari seguiranno il Vocabolario suo personale. e tutti dovranno osservare e sapere che il verbo IRRIDERE E' E SARA' SEMPRE E SOLTANTO INTRANSITIVO, e, inoltre, alla parola prodi, ci sarà accanto sempre OUR MAN. Ipse dixit. Rivoluzionari, AAAAAA TTENTI!!!!

Oh, Sagra, non sapevo che pure tu eri prezzolato agente del kgb, comunque, mal comune mezzo gaudio!! Sagra, ascolta, che dici il Senatore gli farà una cazziata ad Enrix, ora che ha saputo che è lui il mio informatore, sul misterioso fascicolo istituzionale. Ma lo conosciamo Enrix, è più forte di lui, la notizia l'ha disseminato in tutta la blogosfera, e il senatore va farneticando agenti prezzolati del Kgb. O tempora, o mores!!

Sympatros ha detto...

Ma rispondetemi voi, uno che non accetta di riconoscere un banale errore, diciamo di vocabolario, può mai riconoscere che our man non è our man, che Scaramella forse gli ha venduto la fontana di Trevi, come nel film di Totò, può riconoscere che ha condotto diciamo "allegramente" la commissione Mitrokhin. No, non può, no, no, non può!!

Sympatros ha detto...

"Comunque prima o poi credo che si chiariranno molte cose.
Basta avere pazienza e sangue freddo."

Eh, sì, Gabrielino la pazienza è la virtù dei forti ed io pazientemente sto aspettando che tu prenda posizione sulle buone maniere del tuo Guzzanti e sulla cattiva abitudine di buttare a mare chi osa dirgli la verità in faccia. Aspetto Gabrielino, aspetto!

Jean Lafitte ha detto...

magari che prenda anche posizione , il senza macchia Gabriele, sul comportamento di enrix nei riguardi di Fabrizio. strano che degli amanti della verità e della libertà di espressione si mettano a minacciare...

Anonimo ha detto...

Per Gabriele Paradisi

"Non sapevo di te, ma se ti senti finalmente in armonia con il tuo corpo e con la tua mente va bene così. Ogni "coming out" è salutare. "

il tuo umorismo ridanciano mi rallegra come le battute di un conducente di carro funebre vestito in alta uniforme.

Torna a scambiare battute e complimenti con la simpatica sionista sanguinaria, così il Senatore è tutto contento, e tu puoi scodinzolare felice.

Tornando a noi:

"Caro Sagra, cari amici, dovete aiutarmi. Non riesco proprio, per quanto mi sforzi, a capire il ragionamento con cui mi accusate."

Tu hai chiesto, io ho spiegato.

Se tu non chiedevi, io mi facevo i fatti miei.

Se poi mi fai una domanda e ti dai da solo la risposta, potrebbe significare che la compagnia reiterata di enrix a qualcosa è servita.

A questo punto, visto che le ultime novità sono una condanna a 4 anni per calunnia con il contorno di traffico di armi, attendiamo da te concrete novità e non certo le fantasiose ricostruzioni di enrix, ispirate dalla fervida fantasia di Hans Chistian Andersen.

Cordiali saluti da Sagra