05 febbraio 2008

Governo cinese: al servizio dei cittadini!


In questi giorni la Cina è colpita dalla peggiore ondata di gelo mai registrata a memoria d’uomo.

Impressionante è vedere nei bollettini meteorologici, la mappa della Cina ricoperta dal bianco delle precipitazioni, che ancora non accennano a terminare e che in alcune regioni ha già provocato blackouts e conseguentemente anche interruzioni nella fornitura d'acqua potabile.

Ma forse l’atto che ha maggiormente impressionato i cinesi si è svolto ieri a Changsha, città dello Hunan, una delle più colpite dal gelo di questi giorni.

Infatti durante il sopralluogo effettuato dal Premier Cinese Wen Jabao, una volta arrivato alla stazione ferroviaria della città, dove decine di migliaia di viaggiatori aspettavano all’addiaccio il ripristino della viabilità per poter tornare a casa, è accaduto l’imprevedibile.

Il premier Wen Jiabao ha preso il megafono e si è rivolto alla folla sia per sincerarli che sarebbe stato fatto tutto il possibile per permettere a tutti loro di passare un felice capodanno a casa, ma in particolare ha esordito con un incredibile: “ Scusate per quanto sta accadendo!”.

Questo approccio “stride” maledettamente con quanto accaduto in situazioni analoghe in Italia, dove in situazioni di emergenza come queste, subito inizia lo scarica barile delle responsabilità.

Bene, in una lezione pratica di “governo al servizio del cittadino”, il premier cinese non ci ha pensato due volte e questo chiedere scusa equivale a “prendersi tutta la responsabilità” della situazione, compresa quella affinché tutto venga risolto, senza discutere su chi doveva fare cosa o altro.


In una situazione drammatica come questa, veramente al limite della emergenza sociale, la Cina di questi giorni non è impegnata in nessuna critica o rimpallo di responsabilità, ma tutti sono solo concentrati a cercare di risolvere i problemi, i danni e i disagi che le condizioni meteorologiche stanno causando.

I propri leaders politici sono in prima linea, con tanto di “direttiva ufficiale dal governo centrale” che cita testuale: “in momenti come questi i leader devono essere d’esempio per i propri concittadini”.

Per cui il gesto del Premier Wen Jiabao non è rimasto isolato. Nelle diverse province e città i leaders locali sono scesi in piazza, chi a spalare la neve, chi a fare le fila, chi semplicemente a verificare sul campo che si facesse tutto il possibile per aiutare le migliaia di cinesi bloccati.

Per un momento, lascerei da parte i facili commenti che in Italia si fanno quando si parla di Cina e di politica cinese. Vi invito a indicarmi quando è accaduto in Italia un simile atto di “solidarietà” nazionale, così profonda ed intensa e soprattutto PRATICA.

I nostri leader sono molto bravi a “parlare”. Ma di fronte alle questioni pratiche, sembrano sempre pesci fuori dall’acqua e nel tentativo di dare una risposta, finiscono sempre per scaricare su altri responsabilità che invece dovrebbero capire dalla lezione cinese, per il ruolo da loro assunto, sono da attribuirsi SOLO al governo in carica.

In particolare vi invito a riflettere sul gesto di responsabilità fatto da Wen Jiabao, di stampo asiatico, molto diffuso anche tra i giapponesi. Dalle nostre parti, in situazioni del tutto simili, alle scuse e al rimboccarsi le mani si sostituisce il patetico balletto intitolato: “ma tutto ciò è accaduto per colpa del governo precedente!”.

I cinesi non sono così stupidi nell’attribuire al Governo la responsabilità delle incredibili nevicate di questi giorni. Ma si aspetta che i propri rappresentanti facciano il proprio dovere, anche a costo della propria vita, se necessario: è così che 3 addetti della compagnia elettrica nello Hunan hanno trovato la morte, nel cercare di non privare i propri concittadini della corrente elettrica, senza la quale tutti sarebbero stati al freddo!.

Insomma, in Italia è urgente smettere nel continuare a cercare la “soluzione nelle formule politiche”, per cercare di tenere appiccicata le “mosche al potere” che come neve al sole, si sta “sciogliendo”.

Occorre selezionare le persone che abbiano il vero “Senso dello Stato” e delle funzioni di Stato ad esse collegate, la cosa che manca a tutti i potenziali leaders attualmente in corsa, nello stupido gioco italiano dello “scambio delle poltrone” che da noi abbiamo ancora il coraggio di chiamare “politica”.

Nei decenni scorsi, in periodo di guerra fredda, questo “gioco” ci fu permesso, anzi consigliato, dal “cappello” protettivo degli USA che ci aiutò a crescere anche economicamente.

Ma ora che dobbiamo correre con le nostre gambe e competere con il resto del mondo quotidianamente non comprendere che le regole del gioco e soprattutto i giocatori devono cambiare l’approccio, equivale a suicidare il paese per gli anni futuri.

Alberto Fattori

19 commenti:

enrix ha detto...

Caspita Lafitte, il premier cinese che chiede scusa alla popolazione per l'ondata di gelo!

Davvero un bel passo avanti ed un esempio per tutta l'umanità.

Di questo passo nell'arco di un paio di secoli i premier cinesi forse arriveranno a chiedere scusa anche per le sette esecuzioni capitali che avvengono in Cina ogni volta che sorge il sole, delle quali parecchie per ragioni politiche ed ideologiche.

Sono sulla rampa di lancio, i cinesi.

Jean Lafitte ha detto...

in Cina non sono i premier a fare i processi.
sempre a mettere il becco in argomenti che non conosci, vero?
prenditela col "comunista" Alberto Fattori: General Manager Consortium DITE (Digital Interactive Television Experiences)
,->Resp. Innovation & Development Agenzia per la Cina - Palazzo Lombardia Shanghai (China)
-> Coordinator CHINA MEDIA LAB
etc...
è lui che ha scritto questo post .
la parte migliore del nostro paese che lavora e produce. e tu ? solo chiacchiere infantili e disinformate.
tu che hai da mettere nel tuo curriculum? alla tua veneranda età, sentiamo...

enrix ha detto...

"in Cina non sono i premier a fare i processi."

E ci credo bene, non vedo come avrebbero il tempo, per tutti quei processi, visto che le esecuzioni capitali son migliaia.

Immagino inoltre che ai premier pianga il cuore, per tutte quelle esecuzioni capitali, e che, se potessero, farebbero qualunque cosa per scongiurarle.

Gente tanto umana da chiedere scusa per il gelo, farebbe questo ed altro.

"sempre a mettere il becco in argomenti che non conosci, vero?"

Ma sì Lafitte, sempre a mettere il becco. In questo momento poi ho un amico ingegnere che lavora in cantieri cinesi, e che mi racconta che i cinesi caduti sul lavoro nel suo cantiere vengono seppelliti dalle autorità direttamente nel cemento delle fondazioni senza neppure avvertire le famiglie.

Chissà se i premier le sanno queste cose, e se chiedono scusa anche per questo.

"prenditela col "comunista" Alberto Fattori"

E perchè, è forse lui che ordina le esecuzioni capitali?

"è lui che ha scritto questo post."

Ottimo. Invece il primo commento era mio.

"la parte migliore del nostro paese che lavora e produce. e tu? solo chiacchiere infantili e disinformate."

Quando uscirò dall'infanzia e dalla pubertà e diventerò adulto riuscendo a fottermene delle violazioni dei diritti umani in Cina, te lo farò sapere.

"tu che hai da mettere nel tuo curriculum? alla tua veneranda età, sentiamo..."

Pazienza Lafitte.
Un giorno saprai tutto.

Jean Lafitte ha detto...

"E ci credo bene, non vedo come avrebbero il tempo, per tutti quei processi, visto che le esecuzioni capitali son migliaia."

e adesso tarocchiamo anche le statistiche...


"Immagino inoltre che ai premier pianga il cuore, per tutte quelle esecuzioni capitali, e che, se potessero, farebbero qualunque cosa per scongiurarle."

vista la loro biografia e quella di quei governanti che hanno tentato di scongiurarle direi proprio di si. ma tu anche di storia della Cina non sai proprio nulla.

"Ma sì Lafitte, sempre a mettere il becco. In questo momento poi ho un amico ingegnere che lavora in cantieri cinesi, e che mi racconta che i cinesi caduti sul lavoro nel suo cantiere vengono seppelliti dalle autorità direttamente nel cemento delle fondazioni senza neppure avvertire le famiglie."

si in italia invece vengono seppelliti in cimitero. che culo!


"Chissà se i premier le sanno queste cose, e se chiedono scusa anche per questo."

noi invece abbiamo premier che non chiedono scusa per i bambini sciolti nell' acido.

"Ottimo. Invece il primo commento era mio."

si è totalmente fuoriluogo. come sempre.

"Quando uscirò dall'infanzia e dalla pubertà e diventerò adulto riuscendo a fottermene delle violazioni dei diritti umani in Cina, te lo farò sapere."

cosa c'entra con il post? nulla. se parliamo di Usa parliamo sempre di violazioni dei diritti umani? non mi sembra.

"Pazienza Lafitte.
Un giorno saprai tutto."

guarda non vedo l'ora. che succede non sei orgoglioso del mestiere che fai?

enrix ha detto...

"e adesso tarocchiamo anche le statistiche..."

Scusami, ma non ho taroccato, sono solo incompetente.

Dimmi dunque dove posso leggere le statistiche giuste, tu che lo sai.

Sono pronto a cospargermi il capo di cenere.

enrix ha detto...

Che c'è Lafitte, hai perso la favella?

Sei alla ricerca affanosa con google di qualche statistica taroccata da darmi da bere?

Quelle che trovi contan troppi morti?
Prova a togliere uno zero, se magari va meglio.

Jean Lafitte ha detto...

beh almeno ammetti per una volta di essere incompetente. ci sono varie fonti a cui puoi attingere e sono sempre discordanti tra di loro. alcune parlano di migliaia altre di centinaia. e cambiano sensibilmente di anno in anno.

non avendo dati certi (ma anche avendoli) serietà vorrebbe di non sparare cifre a cazzo giusto per fare impressione.
non credo sia molto importante sapere se le esecuzioni sono 700 o 2700.

altra cosa che sempre va tenuto conto è il contresto sociale e culturale. se per te una fucilazione è una "violazione dei diritti umani" per un asiatico non lo è. a meno che tu non voglia andare a insegnare la civiltà a popoli che hanno una storia millenaria dovresti rispettare i loro costumi per quanto possano apparirti brutali.soprattutto se poi noi occidentali con il nostro paese guida razzoliamo decisamente male. è pacifico che la maggiorparte dei cinesi approvi la pena di morte. se vogliamo parlare di "democrazia"
se vuoi approfondire in maniera seria l'argomento inizia a leggere l'articolo che ho pubblicato tempo fa sull' argomento. lo trovi qui in pdf
http://www.leggicinesi.it/dottrina/Groppi%20-%20Diritti%20umani%20in%20Asia%202005.pdf

un approccio scientifico, serio, non ideologico.

per analizzare meglio il fenomeno poi dovresti conoscere il contrasto confucianesimo-legismo e anche nozioni di teoria generale del diritto e filosofia del diritto. in particolare la diatriba giuspositivismo e giusnaturalismo.

già è sufficente per capire che non è il "comunismo" la causa delle esecuzioni.non c'entra proprio nulla. semmai un certo tipo di confucianesimo. e dico un certo tipo non a caso.

comunque in tempi recenti ci sono ampi segnali di migliramento da quel punto di vista.

Jean Lafitte ha detto...

ecco appunto. l'ultimo commento di enrix è sintomatico della sua imbecillità.

Asdrubalino ha detto...

Insomma, in buona sostanza il buon Lafitte accusa Enrix di "taroccare le statistiche" e poi non è in grado di documentare questa sua accusa.
Complimentoni.

enrix ha detto...

"beh almeno ammetti per una volta di essere incompetente."

Lo vedi? C'è sempre una prima volta.

"ci sono varie fonti a cui puoi attingere e sono sempre discordanti tra di loro."

Ma come Lafitte, c'è Wikipedia!
Non ci hai pensato?
Non eri un aficionado?
Toh:
http://it.wikipedia.org/wiki/Pena_di_morte_nella_Repubblica_Popolare_Cinese

"alcune parlano di migliaia altre di centinaia."

Wikipedia parla di 10.000 all'anno.

"e cambiano sensibilmente di anno in anno."

Oh, beh, mille più, mille meno, che vuoi che sia, se fa parte della loro cultura....

"non avendo dati certi (ma anche avendoli) serietà vorrebbe di non sparare cifre a cazzo giusto per fare impressione."

Hai ragione, fermiamoci a quelli ufficialmente dichiarati dalle autorità cinesi, magari.

"non credo sia molto importante sapere se le esecuzioni sono 700 o 2700."

Nel 2004 quelle ufficiali sono state 3.400, ma secondo il Congresso nazionale del popolo sono state 10.000, se si comprendono anche quelle degli oppositori politici che ovviamente non sono dichiarate.
Ma comunque sai, mille più, mille meno....l'importante è scusarsi per l'ondata di gelo. Quella è classe.

"altra cosa che sempre va tenuto conto è il contresto sociale e culturale. se per te una fucilazione è una "violazione dei diritti umani" per un asiatico non lo è."

Per me non è una violazione dei diritti umani, no. Per me è un atto di rispetto, caspita.
Io so compenetrare e capire le culture degli altri, come vedi.

"a meno che tu non voglia andare a insegnare la civiltà a popoli che hanno una storia millenaria dovresti rispettare i loro costumi per quanto possano apparirti brutali."

Quindi secondo te io devo rispettare i centenari costumi dei siciliani quando massacrano i familiari dei pentiti di mafia, per quanto possano apparire brutali?

Certo.
Rispetto dei costumi e delle usanze, soprattutto nelle nazioni comuniste.

"soprattutto se poi noi occidentali con il nostro paese guida razzoliamo decisamente male."

Il nostro paese guida per quanto mi riguarda, moralmente è peggio della Cina, per avere ancora l'istituzione della pena di morte nonchè il libero porto d'armi in alcuni dei suoi stati. Io me ne vergogno.
E non vagheggio a cercar pretesti culturali come fai tu.

"è pacifico che la maggio rparte dei cinesi approvi la pena di morte."

Ovviamente. Immagino che sia una conseguenza di decenni di lezioni di democrazia e di civiltà impartite nelle scuole comuniste a bambini ed adolescenti.

"se vogliamo parlare di "democrazia""

Si, dimmi.

"se vuoi approfondire in maniera seria l'argomento inizia a leggere l'articolo che ho pubblicato tempo fa sull' argomento. lo trovi qui in pdf
http://www.leggicinesi.it/dottrina/Groppi%20-%20Diritti%20umani%20in%20Asia%202005.pdf"

L'avevo già letto grazie.

"un approccio scientifico, serio, non ideologico."

Certo. Naturalmente il fatto che tu abbia scritto quelle cose così belle di uno stato a governo comunista, è pura coincidenza.

"per analizzare meglio il fenomeno poi dovresti conoscere il contrasto confucianesimo-legismo e anche nozioni di teoria generale del diritto e filosofia del diritto. in particolare la diatriba giuspositivismo e giusnaturalismo."

E' fondamentale, per capire perchè è opportuno impiccare la gente, infatti. Ti sfata il pregiudizio che il massacro dei dissidenti possa essere un gesto di banale totalitarismo e prepotenza oligarchica. Per fortuna che c'è quella diatriba sul giusnaturalismo, ad indicarci la verità.

"già è sufficente per capire che non è il "comunismo" la causa delle esecuzioni."

Infatti.

"non c'entra proprio nulla."

Zero.

"semmai un certo tipo di confucianesimo. e dico un certo tipo non a caso."

Eh si, bisogna distinguere fra i vari tipi, che diamine.
C'è confucianesimo e confucianesimo.
Ed per capire quel massacro non bisogna confondere la merda col risotto.

"comunque in tempi recenti ci sono ampi segnali di migliramento da quel punto di vista."

Infatti, guarda la tabellina su wikipedia: dal 2003 al 2004 le esecuzioni sono quintuplicate.
Un netto miglioramento, per Confucio.

Così si rispettano i costumi e le tradizioni. Così si fa. (cit.: Mr. Punch)

Jean Lafitte ha detto...

ecco il ritorno di una sgradita presenza. non ho accusato nessuno e non devo documentare nulla. tra l'altro cose che neanche le organizzazioni "umanitarie" sono in grado di documentare senza contraddirsi.

parliamo di wikipedia? si parla normalmente di cifre intorno a 1000 o al massimo 2000 quindi non "migliaia" ma un migliaio o due. tantomeno 10000. poi non vedo nessun motivo per cui il governo cinese dovrebbe taroccare in quella maniera le cifre visto che è l'opinione pubblica interna che chiede più rigore e non il contrario.

"nel 2004..."
appunto.ecco come si manipolano i numeri. selezionando quelli che a noi fanno più comodo.

"Quindi secondo te io devo rispettare i centenari costumi dei siciliani quando massacrano i familiari dei pentiti di mafia, per quanto possano apparire brutali?"

ci voleva un bel commento razzista. la sicilia in quanto cattolica ha valori contro la pena di morte, no?

"Il nostro paese guida per quanto mi riguarda, moralmente è peggio della Cina, per avere ancora l'istituzione della pena di morte nonchè il libero porto d'armi in alcuni dei suoi stati. Io me ne vergogno.
E non vagheggio a cercar pretesti culturali come fai tu."

non è un pretesto culturale. l' america è un paese cristiano, no?
almeno a maggioranza. ecco se i cristiani non rispettano i loro stessi valori perchè dovremmo pretendere che siano i non cristiani a farlo?

"Ovviamente. Immagino che sia una conseguenza di decenni di lezioni di democrazia e di civiltà impartite nelle scuole comuniste a bambini ed adolescenti."

immagino di no visto che a Singapore è lo stesso o anche peggio.

"Certo. Naturalmente il fatto che tu abbia scritto quelle cose così belle di uno stato a governo comunista, è pura coincidenza."

io non ho scritto nulla. ho fatto un copia incolla di un pezzo di un blog che seguo da tempoe che apprezzo per la sua serietà e autenticità.

"E' fondamentale, per capire perchè è opportuno impiccare la gente, infatti. Ti sfata il pregiudizio che il massacro dei dissidenti possa essere un gesto di banale totalitarismo e prepotenza oligarchica. Per fortuna che c'è quella diatriba sul giusnaturalismo, ad indicarci la verità. "

il massacro dei dissidenti?

"Eh si, bisogna distinguere fra i vari tipi, che diamine.
C'è confucianesimo e confucianesimo.
Ed per capire quel massacro non bisogna confondere la merda col risotto."

si bravo. vai avanti a (pessime) battute. studiati il confucianesimo e poi ripassa.

"Infatti, guarda la tabellina su wikipedia: dal 2003 al 2004 le esecuzioni sono quintuplicate.
Un netto miglioramento, per Confucio."

bravo invece nel 2006 sono state 1010, sempre secondo wikipedia.
ecco la tua disonestà intellettuale espressa ai massimi livelli.

enrix ha detto...

Jean Lafitte ha detto...
“ecco il ritorno di una sgradita presenza.”

A volte ritornano. Anche dopo un paio d’ore.

“non ho accusato nessuno e non devo documentare nulla. tra l'altro cose che neanche le organizzazioni "umanitarie" sono in grado di documentare senza contraddirsi.”

Certo La fitte. Però ammetterai che la sfilza dei reati punibili con il patibolo in Cina è talmente lunga e comprende reati a volte così lievi, che non è difficile credere che il gruppetto dei condannati sia abbastanza consistente.

“parliamo di wikipedia?”

Per me va bene, visto che cita anche i report di Amnesty..

“si parla normalmente di cifre intorno a 1000 o al massimo 2000”

Veramente al massimo era 3400. Nel 2004. Di esecuzioni rese pubbliche dai tribunali cinesi.
Ma come ti ho detto, un migliaio in più o in meno so che per te non cambia molto, visto che la mattanza rientra nelle tradizioni culturali di quel popolo.

“quindi non "migliaia" ma un migliaio o due.”

O tre, vah…

“tantomeno 10000.”

Wikipedia: “Questi dati sono ovviamente incompleti, perché in Cina la pena di morte è un segreto di Stato e i tribunali pubblicano solo le sentenze che non provocano tante opposizioni da parte di organizzazioni internazionali. Il numero di esecuzioni riferito da Chen Zhonglin (delegato del Congresso Nazionale del Popolo nel marzo 2004) è di CIRCA 10.000 ALL'ANNO, e si presume che quelle non rese note siano per reati "modesti" o politici (bigamia, pornografia, gioco d'azzardo, OPPOSIZIONE POLITICA PACIFICA, disturbo delle quiete pubblica, etc.)…”

“poi non vedo nessun motivo per cui il governo cinese dovrebbe taroccare in quella maniera le cifre visto che è l'opinione pubblica interna che chiede più rigore e non il contrario.”

E’ la stessa opinione pubblica che in Unione Sovietica, alla domanda: “state bene?”, rispondeva: “non ci possiamo lamentare”.

Qualcosa mi dice che anch’io vivendo in uno stato che prevede il patibolo per reati come “ intralcio all'ordine pubblico” e “disturbo della vita dei cittadini”, interrogato dai sondaggisti del governo su ciò che gradirei vedere di migliorato nella mia società, risponderei: “più rigore con i trasgressori della legge”. Chissà perché.

"nel 2004..."
appunto.ecco come si manipolano i numeri. selezionando quelli che a noi fanno più comodo.

Veramente Lafitte, quello è l’ultimo anno nella lista nella pagina che ho aperto di Wikipedia.
Comunque hai ragione, è confortante vedere che, ad esempio, l’anno prima le esecuzioni sono state l’80% in meno. Chissà che gli è preso ai cinesi l’anno dopo per incrementare di cinque volte i reati punibili con la morte. Sarà stato un anno bisestile.

"Quindi secondo te io devo rispettare i centenari costumi dei siciliani quando massacrano i familiari dei pentiti di mafia, per quanto possano apparire brutali?"

“ci voleva un bel commento razzista.”
Scusa Lafitte, di che cazzo di razzismo parli? La mafia è un fenomeno regionale siciliano che non puoi negare sia “tradizionale” in quella regione.
Io sto parlando di rispetto degli usi e dei costumi, pur brutali. Non sto facendo nessun razzismo.

“ la sicilia in quanto cattolica ha valori contro la pena di morte, no?”

Certo, e contro la morte in genere, a maggioranza. Così come in Cina stai sereno che, anche solo per umanità e senso civico, sono pur riconosciuti dagli individui i valori a favore della vita e contro la pena di morte.
Però non te lo dicono, ovviamente. A domanda ti dicon viva la cina rossa, le sue leggi, i suoi tribunali ed i suoi patiboli. Indovina perché.


"Il nostro paese guida per quanto mi riguarda, moralmente è peggio della Cina, per avere ancora l'istituzione della pena di morte nonchè il libero porto d'armi in alcuni dei suoi stati. Io me ne vergogno.
E non vagheggio a cercar pretesti culturali come fai tu."

“non è un pretesto culturale. l' america è un paese cristiano, no?”

Francamente è un dettaglio per me irrilevante, e che non mi interessa. Ciò che conta è che è un paese dove se a maggioranza di popolo, si decide di abrogare la pena di morte, si abroga, come è già avvenuto in certi stati. Si chiama democrazia.
Gli stati dove è ancora in corso quella pena, si assumono la responsabilità diretta di quella vergogna, e se la assumono i cittadini.

In Cina che il popolo sia a favore del maggior “rigore”, e favorevole a tante esecuzioni a maggioranza, lo dici tu. La sola nascita di movimenti di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul problema, è severamente proibita. Quindi che cazzo mi stai a dire, Lafitte.

“almeno a maggioranza. ecco se i cristiani non rispettano i loro stessi valori perchè dovremmo pretendere che siano i non cristiani a farlo?”

Fai questo discorso a qualcun altro. Per quanto mi riguarda il rispetto della vita senza se e senza ma è un valore laico. E’ un valore di civiltà.

"Ovviamente. Immagino che sia una conseguenza di decenni di lezioni di democrazia e di civiltà impartite nelle scuole comuniste a bambini ed adolescenti."

“immagino di no visto che a Singapore è lo stesso o anche peggio.”

Molto pertinente.

"Certo. Naturalmente il fatto che tu abbia scritto quelle cose così belle di uno stato a governo comunista, è pura coincidenza."

io non ho scritto nulla. ho fatto un copia incolla di un pezzo di un blog che seguo da tempoe che apprezzo per la sua serietà e autenticità.

Va bene, allora:
"Certo. Naturalmente il fatto che tu abbia fatto un copia-incolla di quelle cose così belle di uno stato a governo comunista, è pura coincidenza."

"E' fondamentale, per capire perchè è opportuno impiccare la gente, infatti. Ti sfata il pregiudizio che il massacro dei dissidenti possa essere un gesto di banale totalitarismo e prepotenza oligarchica. Per fortuna che c'è quella diatriba sul giusnaturalismo, ad indicarci la verità. "

“il massacro dei dissidenti?”

Tu come lo chiami il passaggio dei carri armati sugli studenti, “la schiacciatella”?

"Eh si, bisogna distinguere fra i vari tipi, che diamine.
C'è confucianesimo e confucianesimo.
Ed per capire quel massacro non bisogna confondere la merda col risotto."

“si bravo. vai avanti a (pessime) battute. studiati il confucianesimo e poi ripassa.”

Lo farò. Chissà che non serva a convincermi che qualche impiccagione ci stia bene anche in Italia.
O qualche iniezione letale, anche meglio. In qualche regione è costume usare l’acido.
Rispettiamo i costumi.

"Infatti, guarda la tabellina su wikipedia: dal 2003 al 2004 le esecuzioni sono quintuplicate.
Un netto miglioramento, per Confucio."

“bravo invece nel 2006 sono state 1010, sempre secondo wikipedia.
ecco la tua disonestà intellettuale espressa ai massimi livelli.”

Ah beh, allora hai ragione. Solo mille (e dieci).

Te l’ho detto: sono sulla rampa di lancio (o commettono meno reati, mah…)

Jean Lafitte ha detto...

"A volte ritornano. Anche dopo un paio d’ore."

... a sparare cazzate...

"Certo La fitte. Però ammetterai che la sfilza dei reati punibili con il patibolo in Cina è talmente lunga e comprende reati a volte così lievi, che non è difficile credere che il gruppetto dei condannati sia abbastanza consistente."

vedo che continui con le tue patetiche contorsioni logiche.

"Veramente al massimo era 3400. Nel 2004. Di esecuzioni rese pubbliche dai tribunali cinesi.
Ma come ti ho detto, un migliaio in più o in meno so che per te non cambia molto, visto che la mattanza rientra nelle tradizioni culturali di quel popolo."

io ho scritto: "“si parla NORMALMENTE di cifre intorno a 1000 o al massimo 2000” "
a differenza di te non scrivo parole in libertà. normalmente, tranne l'anomalia del 2004 che ti sta tanto a cuore i dati sono questi.

"Wikipedia: “Questi dati sono ovviamente incompleti, perché in Cina la pena di morte è un segreto di Stato e i tribunali pubblicano solo le sentenze che non provocano tante opposizioni da parte di organizzazioni internazionali. Il numero di esecuzioni riferito da Chen Zhonglin (delegato del Congresso Nazionale del Popolo nel marzo 2004) è di CIRCA 10.000 ALL'ANNO, e si presume che quelle non rese note siano per reati "modesti" o politici (bigamia, pornografia, gioco d'azzardo, OPPOSIZIONE POLITICA PACIFICA, disturbo delle quiete pubblica, etc.)…”"
bravo finalmente inizi a usare wikipedia. si parla di dati presunti.

"E’ la stessa opinione pubblica che in Unione Sovietica, alla domanda: “state bene?”, rispondeva: “non ci possiamo lamentare”."
no si tratta di un miliardo e 300 milioni di persone diverse.

"Qualcosa mi dice che anch’io vivendo in uno stato che prevede il patibolo per reati come “ intralcio all'ordine pubblico” e “disturbo della vita dei cittadini”, interrogato dai sondaggisti del governo su ciò che gradirei vedere di migliorato nella mia società, risponderei: “più rigore con i trasgressori della legge”. Chissà perché."
perchè sono masochisti? ancora contorsioni logiche... ma ormai ci siamo abituati. l'importante e non seguirti

"Veramente Lafitte, quello è l’ultimo anno nella lista nella pagina che ho aperto di Wikipedia.
Comunque hai ragione, è confortante vedere che, ad esempio, l’anno prima le esecuzioni sono state l’80% in meno. Chissà che gli è preso ai cinesi l’anno dopo per incrementare di cinque volte i reati punibili con la morte. Sarà stato un anno bisestile."
enrix, poliglotta a targhe alterne. a convenienza.

"La mafia è un fenomeno regionale siciliano che non puoi negare sia “tradizionale” in quella regione. "

questa solenne minchiata (è proprio il caso di dire)meriterebbe un post da solo.

"Non sto facendo nessun razzismo."

oh, non ce ne uno che ammetta di essere razzista.

"Certo, e contro la morte in genere, a maggioranza. Così come in Cina stai sereno che, anche solo per umanità e senso civico, sono pur riconosciuti dagli individui i valori a favore della vita e contro la pena di morte.
Però non te lo dicono, ovviamente. A domanda ti dicon viva la cina rossa, le sue leggi, i suoi tribunali ed i suoi patiboli. Indovina perché."
pure quelli che vivono a Taiwan?

"Francamente è un dettaglio per me irrilevante, e che non mi interessa. Ciò che conta è che è un paese dove se a maggioranza di popolo, si decide di abrogare la pena di morte, si abroga, come è già avvenuto in certi stati. Si chiama democrazia.
Gli stati dove è ancora in corso quella pena, si assumono la responsabilità diretta di quella vergogna, e se la assumono i cittadini."

bene, dunque?

"In Cina che il popolo sia a favore del maggior “rigore”, e favorevole a tante esecuzioni a maggioranza, lo dici tu. La sola nascita di movimenti di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul problema, è severamente proibita. Quindi che cazzo mi stai a dire, Lafitte."

ecco faccio come te. dico che questo lo dici tu. quando porti qualche dato serio ne riparliamo

"Fai questo discorso a qualcun altro. Per quanto mi riguarda il rispetto della vita senza se e senza ma è un valore laico. E’ un valore di civiltà."

per te. magari per un contadino del Qingai magari non è lo stesso.

"Molto pertinente."
assolutamente si visto che accadono cose analoghe in paesi con lo stesso substrao culturale ma con sistemi socioeconomici agli antipodi. almeno fino a 20 anni fa.

""Certo. Naturalmente il fatto che tu abbia fatto un copia-incolla di quelle cose così belle di uno stato a governo comunista, è pura coincidenza.""

no, non è una coincidenza. mi piacciono le analisi non banali e anticonformiste.

""E' fondamentale, per capire perchè è opportuno impiccare la gente, infatti. Ti sfata il pregiudizio che il massacro dei dissidenti possa essere un gesto di banale totalitarismo e prepotenza oligarchica. Per fortuna che c'è quella diatriba sul giusnaturalismo, ad indicarci la verità. ""

non è fondamentale. è serio. se vuoi fare un' analisi seria e non ideologica.

"Tu come lo chiami il passaggio dei carri armati sugli studenti, “la schiacciatella”?"

bella definizione. no. la chiamo storia. sono passati 20 anni. che rapportati alla velocità in cui si muove la cina equivale a un secolo. se vuoi possiamo parlare di quanto erano cattivi i fascisti in italia.

"Lo farò. Chissà che non serva a convincermi che qualche impiccagione ci stia bene anche in Italia."

magari capisci come ha funzionato (o non funzionato) il diritto in cina per secoli.

"Ah beh, allora hai ragione. Solo mille (e dieci).

Te l’ho detto: sono sulla rampa di lancio (o commettono meno reati, mah…)"
non è che a me deliziano le esecuzioni. ma non è che quando parli di Usa parli solo di pena di morte. non vedo perchè farlo con la Cina. non ti sembra un po' off topic il tuo intervento.

Anonimo ha detto...

...anche tu enrix dovresti chiedere scusa al mondo per come rompi, e guarda un pochino..abbiamo anche il giornalista fino.......poveretti niente da sgranocchiare oggi...blog cieli limpidi = morto ? cronachedalimbecillario=defunto? giornale il roma=sepolto?
ha che tristezza................
rondinelibera

enrix ha detto...

Rondine libera, mi spiace che tu sia trsite.
Ora ti tiro su il morale.

Cieli limpidi negli ultimi 40 giorni è salito di 1.600.000 posti nella classifica mondiale delle visite dei blog della sua piattaforma.
Cioè se ne è lasciati dietro più di un milione e mezzo in poco più di un mese, e marcia dritto verso i primi 300.000.
Il blog di Guzzanti sta a ridosso dei primi 50.000.

Uno dei motivi del successo a nostro giudizio è una drastica riduzione dei messaggi di disturbo e dei versi sconclusionati di certi pappagalli in triciclo, situazione che ci permette di lavorare maggiormente sulla ricerca, ed i risultati si vedono e dovranno ancora migliorare.

Gli articoli postati sul blog hanno di norma caratteristiche di esclusività e vengono commentati meno ma letti molto di più, perchè hanno peculiarità maggiormente informative.

Il Roma sta continuando l'inchiesta, ed una puntata è stata pubblicata mercoledì sul giornale.
Non riproposta da noi perchè attendiamo la puntata successiva per unificarle e commentarle in un articolo.

E mentre tu sei trsite, noi stiamo alla grande, io in particolare, che per il mio imbecillario ricevo in PVT molti messaggi di nuovi ammiratori (e ammiratrici) che mi sono grati per il sano divertimento di cui possono godere con il mio blog.

In breve, si rotolano sul pavimento per le risate.

Come vedi, Rondine, sarai anche libera ma come al solito non c'azzecchi.

Cerca di contenere la bile, anche se il tuo our man è stato trombato.

Anonimo ha detto...

Carissimo Jean,scusami ,ma mi corre l'obbligo di rispondere ad un vecchio caro"amico"
ha che tristezza................
ha che tristezza................
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Rondine libera, mi spiace che tu sia trsite.
Ora ti tiro su il morale.

Cieli limpidi negli ultimi 40 giorni è salito di 1.600.000 posti nella classifica mondiale delle visite dei blog della sua piattaforma.
Cioè se ne è lasciati dietro più di un milione e mezzo in poco più di un mese, e marcia dritto verso i primi 300.000.
Il blog di Guzzanti sta a ridosso dei primi 50.000.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
MA SAI COSA SCRIVI????????? ENRIX………………………….
Uno dei motivi del successo a nostro giudizio è una drastica riduzione dei messaggi di disturbo e dei versi sconclusionati di certi pappagalli in triciclo, situazione che ci permette di lavorare maggiormente sulla ricerca, ed i risultati si vedono e dovranno ancora migliorare.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
hahahaha….non sazio dei figurini( di certo tu sai di che materia) che fai, ti vanti e ti pavoneggi..poveretto…….sei...(.sette ed anche otto! ! )solamente un derelitto ……costretto a cercare un sito che ti accolga…ma credi che non visiti il tuo puzzolente cronacario e anche quegli “antichi cieli limpidi” azzaffatti e solitari… oppure le “rivoluzionarie esternazioni” dell’ex senatore(verrà sicuramente trombato)…dai..enrix! ! !..siamo in democrazia e libertà……SEI SEMPRE IL SOLITO PATETICO GALLINARO::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
rondinelibera……..josè carioca….., scusa Jean se ti rubo un po’ di posto, ma il grande enrix si “merita” un grande vaffa…………………
rondinelibera.

Sympatros ha detto...

"Cieli limpidi negli ultimi 40 giorni è salito di 1.600.000 posti nella classifica mondiale delle visite dei blog della sua piattaforma.
Cioè se ne è lasciati dietro più di un milione e mezzo in poco più di un mese, e marcia dritto verso i primi 300.000.
Il blog di Guzzanti sta a ridosso dei primi 50.000."


Enrix, fammi capire bene, perché la cosa è molto importante: cieli lmpidi ha scavalcato un milione e mezzo di posti, partendo dalla posizione in cui si trovavano i cieli limpidi vecchi, oppure partendo ex-novo da zero. Perché se è da zero, la cosa non è eccezionale, se, invece, è rispetto alla posizione precedente, la cosa è seria e merita rispetto e riflessione!!

A naso, dovrebbe essere da zero, perché tu mi parli di classifica per piattaforma e le piattoforme, fra il vecchio e il nuovo, sono differenti, in questo caso niente di eccezionale! E Guzzanti, sempre all'interno della sua piattaforma, vero?

Tra l'altro, se non ricordo, male, mi pare che Asdrubalino, in qualche occasione, abbia confessato,più di un mese fa, che le visite, nonostante il calo dei post,erano più o meno le stesse, il che vuol dire che i vecchi frequentatori, anche quelli scioperanti, la visita la facevano lo stesso. Adesso non so in che condizioni siete.
Certo il deserto dei post è cosa evidente, poi se per te è un bene, contenti voi contenti tutti. Un blog che non aspira ai commenti, a parte quelli dei rompiscatole, deve essere senz'altro un blog fuori dell'ordinario!

enrix ha detto...

Rondine, io ti avevo detto: Cerca di contenere la bile, anche se il tuo our man è stato trombato.

Vedo che non fai nessuno sforzo.

Anonimo ha detto...

dedicata da "bile-rondinelibera”all’ex “grande-enrix”

Come un pugile suonato…
lunga carriera,battaglie vinte
legnate date e ricevute.
Battaglie perse…
Colpi scorretti dati…tanti…
testate e colpi sotto la cintura.
Come un pugile suonato
a fine carriera…
Contato…
Chiuso in angolo
senza manager che
getta la spugna…
Suonato…suonato…
Finito…Chiuso..

- altro che bile. Tenerezza fai enrix .
grazie Jean....ricordiamolo così ! il grande enrix.
rondinelibera.