26 marzo 2008

Il liberal-cattolico Pieroni censura i commenti scomodi.


Sono andato sul blog di Valerio Pieroni e ho lasciato due commenti. Uno in cui sottolineavo il sottile razzismo sotteso a una frase, poi modificata, in cui Pieroni diceva che la religione cristiana si distingueva dalle altre perchè umana.
E fin qui, avendo cancellato sia il mio appunto che la sua frase inopportuna, può anche andare bene.
Quello che non va bene ed è intollerabile che un redattore di Kilombo prima dica con tono minaccioso e arrogante "Oltre ad essere il destinatario del post, sono redattore di questa comunità.

Qui è vietato moderare i messaggi. Pena la sospensione del post.

Che vogliamo fare?"
e poi se ne esca con "Si chiama "moderazione"...è presente in molti blog di Kilombo, quindi non vedo perchè non posso avercelo pure io questo diritto di moderare, sopratutto con chi piace insultarmi."

I miei commenti erano offensivi? No di certo (anche se a volte è difficile non esserlo con personaggi del genere).

La coerenza non è di casa da Pieroni. La censura sì.

5 commenti:

rigitans ha detto...

non te la prendere a male, pieroni è fatto così. il problema è che è arrivato ad essere redattore di kilombo con il benestare dei piddini, e spero che sarà ricordato come ilr edattore piu' a destra di kilombo, perchè vuol dire che non ve ne saranno stati di piu a destra

Carlo ha detto...

Ha censurato un commento pure a me e quando l'ho fatto notare mi ha risposto,cito a memoria,che l'ha fatto per non farmi fare brutta figura e di scusarmi perchè ero un povero comunista.

Anellidifumo ha detto...

Pieroni è una delle persone più misere che abbia mai incrociato sulla rete.

Anonimo ha detto...

ma con quale faccia accusi di censura gli altri? VERGOGNATI!!!!!

Jean Lafitte ha detto...

di certo non con la tua visto che non sei capace neanche di mettere due lettere in croce come firma. che commenti avrei censurato? di cosa parlavano?