14 aprile 2008

Il mio doveroso commento sulle elezioni


Purtroppo è andata molto male con la vittoria del nano e il risultato pessimo della Sinistra Arcobaleno (folle correre con un unico simbolo e per giunta senza falce e martello, penalizzata dall' astensionismo e dal voto utile).
Ha deciso molto l'astensionismo, non credo che alla fine la destra abbia preso molti più voti del 2006, semplicemente è che molti dei nostri non sono andati a votare. Era un dato che era apparso in molti sondaggi e infatti ho fatto di tutto per invogliare al voto sapendo che con un affluenza più alta questa volta sarebbe stata favorevole alla sinistra. Anche gli exit poll erano in linea con i sondaggi che giravano negli ultimissimi giorni che davano un distacco di 2-3 punti e quindi la possibilità che il senato fosse ingovernabile(se ci fosse stata un' affluenza alta).
C'era una possibilità di farcela ed era giusto giocarcela.
Sul Pd, a mio avviso l'errore sta all' origine. Chi proviene dal Pc e dalla Dc non può stare nello stesso partito. Meglio la formazione di un grande partito social-democratico, come in tutti i paesi europei continentali.
Per la Sinistra è stata una debacle ma credo che per le prossime elezioni europee, col proporzionale puro, con la falce e martello, come vada, separata, unita, sia come sia prenderà ben altre cifre. Potrà costruire una sinistra antagonista forte come c'è in tutte le grandi democrazie europee (e non solo europee vedi Giappone).
La consolazione è che molti "bananas" che oggi esultano come avessero vinto il mondiale di calcio (quello lo abbiamo vinto con Prodi :) ) , operai, piccoli commercianti, impiegati, precari, pensionati saranno quelli che per primi prenderanno le batoste per le politiche di una classe dirigente dalla dubbia moralità e dalla ancor più dubbia capacità.
Il dispiacere, grande, è per chi appartenendo a queste stesse categorie subirà la stessa sorte pur incolpevole.
Per quel che mi riguarda lo sapete avevo intenzione di "riparare" prossimamante all' estero. Un motivo in più per farlo, personalmente questa sciagura mi toccherà meno che altri. Lo dico per chi forse verrà a sfottermi. Che si conti quanti soldi ha in tasca oggi, mi dirà tra 5 anni (speriamo meno!)
Non parlo di me, ma molte delle migliori menti che ci sono in Italia hanno la mia stessa intenzione, di partire.
Vorrà dire che a tirare avanti questo paese rimarranno i pensionati, i raccomandati e quelli con la terza media...
;)
Ha da passà 'a nuttata
Buona notte, Italia.
Ti aspettano giorni duri.

36 commenti:

Anonimo ha detto...

Esagerato!!!

marco ha detto...

Finisce che ci si fa un sacco di illusioni. Poi il risultato è sempre quello. 60/40. sessanta italiani su cento sono di destra. punto. e questo dato non cambia mai. qualunque destra gli si pari davanti l'italiano la vota a prescindere.

http://www.youtube.com/watch?v=olKKWG3HwOg

e oggi piove.
m

Sympatros ha detto...

Jean, su, su coraggio. Un giovanotto ha bisogno anche di queste esperienze per crescere, e adesso, anche se con "alis decisis", con le ali tagliate, come un giovanotto di duemila anni fa, il quale anche lui aveva preso una "scoffola", ritornerai a volare. Il giovanotto antico era il grande poeta Orazio.

Ecco cosa ho postato ieri, in terris infedelium, da Guzzanti:


Prendo atto della batosta, che non pensavo o meglio mi auguravo non fosse di queste dimensionii. Ma la storia va avanti, qualcosa di nuovo penso sia successo in Italia, il panorama politico italiano si è fortemente semplificato, ed è successo pure che forze che da sessantanni erano presenti nella realtà politico- istituzionale italiana, sono uscite dal parlamento. Si apre forse un nuovo capitolo della storia italiana? Boh, quello che è certo è che il Nord d'Itlalia, che ha sempre determinato la storia italiana degli ultimi duecento anni, col risorgimento, col giolittismo, col fascismo, con la resistenza, con il boom economico, con la lega, continua ancora adesso, con queste elezioni, a determinare il futuro d'Italia. Dove ci porterà non lo so. Penso,comunque, che un capitolo si sia chiuso, Mi auguro che il PD, per cui ho votato, si modernizzi, abbandoni l'identità conservatrice e di protezione che in fondo ha sempre avuto negli ultimi anni e si inventi un qualcosa, un entusiasmo ideologico-riformista, che sia in grado di produrre qualcosa di nuovo, capace anche di dare voce, a chi voce non ha in questa nostra società. L'augurio che faccio all'Italia è che le cose dell'economia migliorino, perché quando l'economia regge, chiunque vada a comandare, può fare anche danni, ma non drammi. La storia dimostra che se si riesce a garantire un vita economicamente e socialmente dignitosa, le altre cose si aggiustano, se no so' cacchi amari. Auguri ai vincitori, e che vi devo di', ci sono rimasto male, ma non dimenticatevi che io sono "atarattico" e, quindi, non ci posso restare mai troppo male, e se no che atarassico sarei?

Antonio Candeliere ha detto...

in bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

Avevo preannunciato il mio arrivo dopo le elezioni come un cavaliere dell'Apocalisse :D
Dici che ha inciso molto l'astensionismo: a me sembra abbastanza riduttivo.
Nel 2006 la coalizione di centrosinistra prese 19 milioni di voti.
Oggi contando Pd e Sa e turigliatti vari si arriva a 15.
Rispetto alle scorse elezioni mancano 4 milioni di voti e non due.
Due milioni si sono spostati.
Pd+udc e destra arriverebbero a 20 milioni contro i 18,9 delle scorse elezioni. Altri voti sparsi fra partitini e altri nanetti.
La verità è che la campagna di Veltroni ha toppato alla grande. Ha pescato solo a sinistra e perso al centro. Non ha allargato il bacino ma l'ha ridotto nettamente.
La rimonta semplicemente non è mai esistita e credo che le voci sul possibile pareggio abbiano potuto mobilitare il popolo di centro-destra (tendenzialmente meno caldo e fanatico di quello di sinistra).
Da una parte è bello vedere un ragazzo fare lotta e propaganda politica con questa verve e non posso che rallegrarmene però occhio a non perdere il contatto con la realtà. Soprattutto riconosci sconfitte ed errori evitando di arrampicarti sugli specchi: ricordo bene come in altri luoghi dicevi che con un'affluenza superiore all'80 ci sarebbe stato pareggio. L'affluenza è oltre l'80 ma mancano quasi 10 punti.
In bocca al lupo per tutto.
Wallace

Anonimo ha detto...

Grazie a quelli come te nessun comunista in Parlamento. In compenso ci va quello che ha votato contro la commissione d'inchiesta su Genova.

Congratulazioni.

Tra l'altro avevi ottimi sondaggi.

Meditate

Rossodavvero

Anonimo ha detto...

Chissà se censurerai anche questo:

Elezioni 2006

Lega+An+FI = 15,4 milioni di voti
Ulivo = 11,9 milioni
Prc+Pdci+Verdi = 3,7 milioni

Elezioni 2008

Pdl + Lega = 17 milioni di voti
Pd = 13,6 milioni
SA= 1,1 milioni

In pratica la coalizione di Berlusconi ha guadagnato oltre un milione e mezzo di voti in arrivo dal centrosinistra. E gran parte del calo di SA è causato da quelli come te che hanno votato per la coalizione di Veltroni.

Quindi evitiamo di dire che è tutta colpa dell'astensionismo.

rossodavvero

Anonimo ha detto...

Carissimo Jean, ti scrivo da "abituato " a perdere ! e chi(come me) si trova in questa condizione, è generalmente MOLTO motivato e convinto nel NON lasciarsi amaraggiare troppo!non:- "ha da venni a'nuttata"! questa è già tra noi! C'è solo da rimboccarsi le maniche e aspettare il momento che sarà ,io penso molto presto. L'Italia non merita questo.... se lo MERITA !Coraggio, facciamoci coraggio. con simpatia e partecipazione, amarezza e rabbia
rondinelibera.

Django ha detto...

Anche i sondaggi più favorevoli al nano danno un distacco inferiore al margine di errore e che negli ultimi 3 giorni è sceso di 2 punti!

Cos'è che diceva il Times?

---

Jean Lafitte ha detto...

rispondo a tutti.
anonimo. spero di aver esagerato davvero.

Marco. non credo che l'Italia sia più di destra di Francia(unico presidente di sinistra nel dopoguerra Mitterand) o Spagna (ci ho vissuto, fidati). abbiamo avuto per 50 anni la sinistra ,vera, al 50% e un partito di centro, non di destra(come si può chiamare di destra un partito in cui hanno militato Moro, Fanfani, La Pira) per l'altra metà con partiti di destra liberale e neofascista al margine.
purtroppo viviamo , con 30 anni di ritardo, la stagione infelice che hanno vissuto altri paesi come Usa e Gb. con l'aggiunta dello strapotere dell' informazione in mano al nano. che incide eccome.

Sympa non preoccuparti. ho quasi riassorbito la delusione.

Antonio. crepi il lupo!

Wallace. saresti venuto con un risultato diverso? ne dubito... :)
non dico che dipende dall' astensionismo (ma dalla vittoria di prodi del 96 mancano all' appello 7 punti).
rispetto alle scorse elezioni mancano voti per l'astensionismo, non molti altri. perchè parte sono andati all' udc via pd e altri alla lega ma con chi si è astenuto il risultato sarebbe stato diverso almeno quantitativamente.
due milioni non si son spostati. c'era la mpa, c'erano gli altri partiti che compongono la pdl (alcuni dei quali stavano nel csx). l'astensionismo non è stata la sola causa ma sicuramente la principale.
Veltroni non ha sbagliato tanto la campagna quanto l'idea stessa di partito democratico. chi è cattolico e non vota berlusconi se ha un alternativa a non votare gli expc li vota. la parte destra del pd non porta voti questo il dato. per non parlare della parte destra della SA.la rimonta è esistita se prendiamo i sondaggi che non tutti hanno visto ma io si e anche gli exit poll che avete visto tutti e che su quei sondaggi sono stati tarati. 1,5 era il distacco al primo exit poll. in linea con i sondaggi che giravano. che poi i sondaggi erano sbagliati questo è un' altro discorso.l'ho sempre detto quando riportavo i dati che i sondaggi si potevano pure sbagliare ma quello dicevano. veltroni ha pescato a sinistra? neanche tanto. quanti punti percentuali 3? 4? e gli altri che fine hanno fatto? (la Sa ha fatto se conti anche 12-13 % nelle passate tornate elettorali)
sulla mobilitazione della destra. domenica gli exit poll ufficiosi erano identici a quelli poi usciti. lunedì c'è stato uno strano recupero. sulle reti mediaset c'è stata un' ancor più strano e ripetuto invito al voto anche in trasmissioni molto leggere. molto del distacco a mio avviso è dovuto a quello. alla fine l'affluenza alta ha premiato la destra. sull' affluenza alta. erano i grafici e le proiezioni dei sondaggi (con 50% di indecisi pro pd a fronte di meno del 25%) pro pdl che faceva pensare che sopra l'82-83% si sarebbe potuto verificare un pareggio. io non mi sono inventato proprio niente, errori non ne ho fatti. ho solo riportato i dati che mi arrivavano.

Rossodavvero. la sinistra ieri ha perso per molti motivi ma non certo per me e per quelli come me. su guarda in faccia la realtà, neanche in toscana si è raggiunto il quorum!
gli errori sono molti, dal simbolo, alla campagna elettorale moscia, alla classe politica vecchia e priva di energia ma soprattutto è dovuta all' astensionismo e alla legge elettorale, la legge sulla tv, il conflitto di interessi che diciamolo con diliberto al governo per quasi 5 anni 98-01 epoi 06-08 non si sono fatte! almeno di pietro qualcosina contro berlusconi ha cercato di farla...
colpa mia? non credo proprio. tuttavia se si votasse oggi col proporzionale puro come sarà all'europeo nonostante gli errori la sinistra avrebbe preso ben altri risultati. e alle prossime europee andrà benissimo, non ho dubbi. non è che non entrando in parlamento si muore. questo è ridicolo. certo non deve diventare un' abitudine... ma non credo che con un parlamento del genere una ventina di deputati avrebbero fatto granchè, su.
certo è arrivato un momento di necessaria modernizzazione. non si può "rifondare il comunismo" sfumando in un arcobaleno. si dee costruire un grande partito comunista e gli spazi ci sono tutti. certo che col tuo disfattismo non si va da nessuna parte. io credo invece che complice la crisi economica la sinistra estrema ritornerà ben presto in auge riprendendosi con gli interessi i consensi persi. alla storia non si può scappare. nel destino del mondo il comunismo, che lo si pensi positivamente o meno è un approdo inevitabile. i primi segni ci sono tutti. e dopo la crisi che arriva credo che ben pochi vorranno sentir parlare di liberalismo o tagli alle tasse, figuriamoci del nano e di tremonti.
i sondaggi non erano ottimi ma erano tutti quelli che c'erano in giro, pagnoncelli compreso che alla vigilia del voto dava il 3% come distacco più probabile...

sui voti in arrivo dal centrosinistra. non è così o è così in minima parte. l'altra volta si erano astenuti più da quella parte, stavolta più, molto di più dalla nostra. ma di voti travasati non parlerei.

quindi è stupido negare che la causa principale è l'astensionismo.

ripeto la SA ha un potenziale del 20 e aveva fatto tranquillamente più volte il 12. se ha fatto 3 e 4 gli ha presi il Pd gli altri dove sono? con quelli si entrava comodo alla camera e anche al senato almeno in alcune regioni. abbiamo preso la metà dei voti previsti che già erano solo i voti di rifondazione, fai tu.

Rondine. io sono abituato a vincere, magari non le elezioni che non dipendono troppo da me, però a vincere. e perdere non mi piace. anche se ripeto più che io (che alla fine non mi aspettavo certamente grandi aiuti dallo stato e dal suo indotto) perde l' Italia che rischia dopo essere diventato il fanalino d'europa, di uscirne fuori.

il problema è che molti di quelli che subiranno di più ora esultano!

che pessimo risveglio avranno!

Jean Lafitte ha detto...

django ipsos è scesa in 3 giorni da 5,6 a 3. fai tu. Il Times aveva le stesse informazioni.

django è il classico esempio di personaggi a cui mi riferivo. i bananas. gente che oggi esulta pensando al nano che forse toglie l'ici sulla prima casa e che domani non avranno nessuna casa... e nessun reddito per pagare o non pagare le tasse. povero stupido. i tarati mentali come lui saranno i primi a soffirre e più impreparati al cambiamento a cui andiamo incontro . sempre che non ci sia papà a a dargli la paghetta e la mamma a pulirgli il culo...

Django ha detto...

Incazzato nero eh?

VA Bè dai, non infierisco dicendo che dovresti andare in Nepal con i Maoisti
Ops.


---
La cosa bella è che non ti rendi conto
1) Che è finita un epoca storica per l'estrema sinistra italiana.
2)che i tuoi ragionamenti sono una forma di fascismo.

Jean Lafitte ha detto...

no django. deluso si, un po' depresso forse, incazzato nero no. forse purtroppo.

sul Nepal fai una battuta ma non ti accorgi di quanto sia significativo. questo secolo sarà il secolo cinese e non a caso. e noi a menarcela col pdl... quanto siamo fuori dal mondo in Italia. viviamo in un epoca diversa rispetto al resto del mondo e d'europa, siamo rimasti agli anni 80.

sull' epoca storica. sono daccordo. è finita l'epoca di transizione post muro di berlino. ora bisogna rifare il PCI.

del secondo punto francamente mi sfugge la ratio.

jena ridens ha detto...

"Lo dico per chi forse verrà a sfottermi. Che si conti quanti soldi ha in tasca oggi, mi dirà tra 5 anni (speriamo meno!)"

Ma perché aspettare 5 anni?! L'italiano s'è fatto due conti in tasca, confrontando 2006 con 2008, e ha tirato le somme. Semplice, no?!
Solo la spocchia e la presunzione di superiorità a prescindere può distogliere da ragionamenti tanto semplici. Alla portata di tutti direi.

Un saluto

gino ha detto...

Caro Jean, ci manchi su The Right Nation! ;-)

E piantatela di piangervi addosso, parlare di rifugiarsi all'estero, ecc...
cheppalle!
Tutte le volte che perdete sembra che debba crollare il mondo.
Datevi meno arie. Ne guadagnerete anche in consensi.

mauro ha detto...

A futura memoria uno dei tuoi mitici commenti su TRN:

come si fa a dare il Lazio al Pdl. è finita l'analisi ed inizia la propaganda. proprio ora che non ci sono molti altri posti dove trovare i sondaggi. bene bravi bis.
Jean Lafitte | 03.30.08 - 8:44 pm

RadioTps ha detto...

Non te la prendere: mi sembri abbastanza confuso.
Astensionismo? Voto utile? Il simbolo? Smettiamola di scherzare.
Il problema è SA, non l'universo che ci gira attorno. Bertinotti & CO. (ma della CO. ancora nessuno si è dimesso) hanno messo su un bel consorzietto che nelle loro previsioni avrebbe raggiunto anche il 13%. Peccato che stiamo parlando di elettori, non di utili. E le previsioni, questa terza volta insegna, sono sempre troppo ottimistiche.
Il bacino elettorale di SA è potenzialmente enorme ma schede alla mano non permette di entrare in parlamento? Ah, ovviamente, il motivo è che manca la falce&martello, l'elettorato si è confuso e ha votato Ferrando. Anzi no, il motivo è l'astensionismo: i potenziali elettori di SA erano tutti in Nepal a festeggiare con i maoisti.
Dai, sforziamoci di essere seri.

Jean Lafitte ha detto...

jena l'italiano medio di conti non ne sa fare molti se è vero che cambiano i governi ed è sempre più povero al contrario per esempio dei cugini spagnoli. che conti c'erano da fare dopo 5 anni di berlusconi a crescita zero? su non diciamo baggianate. non è che crolla il mondo, crolla il pil, inizia, i conti diventano un disastro, e iniziano i mugugni in europa. siamo l'ultimo paese della zona euro.
c'entra poco la spocchia o la presunzione. basta guardare i fatti.

gino, su rn ci tornerei anche volentieri, è un blog molto interessante nella sua demenzialità.
purtroppo il liberale mancia mi ha bannato e francamente di sbattermi con i server proxy non mi andava prima delle elezioni, ancor meno ora. adesso che arriveranno i problemi per il nano, magari...

mauro se quello era il mio commento più sbagliato. di quanti decimali è andato al pdl? se quella era una regione certa o da assegnare nei sondaggi dimmi tu.
su sforzati forse un commento migliore per attaccarmi lo trovi.

radio. non sono per niente confuso sul punto. le cause sono diverse. è difficile pesarne l'influenza ma queste sono.

comunque la mancata presenza della sinistra "radicale" in parlamento è l'ultima mia preoccupazione. la mia preoccupazione , relativa come avete capito, è quella di avere di nuovo al governo una classe dirigente impresentabile e incapace.
guardali in faccia i Gasparri, i Frattini, i Tremonti...
ma come si fa a votare, a mettere a ministro dell' economia, uno che si faceva chiudere nell' armadio quando era al collegio.
chissà forse gli italiani si sentono pià rappresentati da questi minchioni?

Anonimo ha detto...

«c'è un nome e cognome dell'assassino Walter Veltroni. Ci ha cannibalizzati, ha distrutto la sinistra senza prelevare un solo voto al centro. Consegnando il Paese al nostro nemico»
Oliviero Diliberto.

Dissento con la tua analisi sulle ragioni della sconfitta della SA e concordo in pieno con il segretario del Pdci.

Anonimo ha detto...

"gino, su rn ci tornerei anche volentieri, è un blog molto interessante nella sua demenzialità.
purtroppo il liberale mancia mi ha bannato"

Così come tu hai bannato un commento nel quale mi sono limitato a fare un copia e incolla di un articolo de "il Riformista" sulla questione Cina-Tibet...
E non rispondermi che non pubblichi i commenti anonimi, perchè prima di quello che ho postato io c'erano due commenti anonimi, solo he ti davano ragione...
E' questo il tuo stile, quando qualcuno dissente dalle tue posizioni o non sai che cosa rispondere censuri?
Critichi tanto Valerio Pieroni o Andrea Mancia ma tu sei uguale...
Bravo, continua così...

Mauro ha detto...

dal sito del Pdci:

Appello

COMUNISTE E COMUNISTI: COMINCIAMO DA NOI

Ricostruire a sinistra

Roma 17 aprile 2008

Dopo il crollo della Sinistra Arcobaleno, ci rivolgiamo ai militanti e ai dirigenti del Pdci e del Prc e a tutte le comuniste/i ovunque collocati in Italia

Siamo comuniste e comunisti del nostro tempo. Abbiamo scelto di stare nei movimenti e nel conflitto sociale. Abbiamo storie e sensibilità diverse: sappiamo che non è il tempo delle certezze. Abbiamo il senso, anche critico, della nostra storia, che non rinneghiamo; ma il nostro sguardo è rivolto al presente e al futuro. Non abbiamo nostalgia del passato, semmai di un futuro migliore. Il risultato della Sinistra Arcobaleno è disastroso: non solo essa ottiene un quarto della somma dei voti dei tre partiti nel 2006 (10,2%) - quando ancora non vi era l’apporto di Sinistra Democratica - ma raccoglie assai meno della metàdei voti ottenuti due anni fa dai due partiti comunisti (PRC e PdCI), che superarono insieme l’8%. E poco più di un terzo del miglior risultato dell’8,6% di Rifondazione, quando essa era ancora unita. Tre milioni sono i voti perduti rispetto al 2006. E per la prima volta nell’Italia del dopoguerra viene azzerata ogni rappresentanza parlamentare: nessun comunista entra in Parlamento. Il dato elettorale ha radici assai più profonde del mero richiamo al “voto utile”:risaltano la delusione estesa e profonda del popolo della sinistra e dei movimenti per la politica del governo Prodi e l’emergere in settori dell’Arcobaleno di una prospettiva di liquidazione dell’autonomia politica, teorica e organizzativa dei comunisti in una nuova formazione non comunista, non anticapitalista, orientata verso posizioni e culture neo-riformiste. Una formazione che non avrebbe alcuna valenza alternativa e sarebbe subalterna al progetto moderato del Partito Democratico e ad una logica di alternanza di sistema.

E’ giunto il tempo delle scelte: questa è la nostra
Non condividiamo l’idea del soggetto unico della sinistra di cui alcuni chiedono ostinatamente una “accelerazione”, nonostante il fallimento politico-elettorale. Proponiamo invece una prospettiva di unità e autonomia delle forze comuniste in Italia, in un processo di aggregazione che, a partire dalle forze maggiori (PRC e PdCI), vada oltre coinvolgendo altre soggettività politiche e sociali, senza settarismi o logiche auto-referenziali. Rivolgiamo un appello ai militanti e ai dirigenti di Rifondazione, del PdCI, di altre associazioni o reti, e alle centinaia di migliaia di comuniste/i senza tessera che in questi anni hanno contribuito nei movimenti e nelle lotte a porre le basi di una società alternativa al capitalismo, perché non si liquidino le espressioni organizzate dei comunisti ed anzi si avvii un processo aperto e innovativo, volto alla costruzione di una “casa comune dei comunisti”. Ci rivolgiamo: -alle lavoratrici, ai lavoratori e agli intellettuali delle vecchie e nuove professioni, ai precari, al sindacalismo di classe e di base, ai ceti sociali che oggi “non ce la fanno più” e per i quali la “crisi della quarta settimana” non è solo un titolo di giornale: che insieme rappresentano la base strutturale e di classe imprescindibile di ogni lotta contro il capitalismo; -ai movimenti giovanili, femministi, ambientalisti, per i diritti civili e di lotta contro ogni discriminazione sessuale, nella consapevolezza che nel nostro tempo la lotta per il socialismo e il comunismo può ritrovare la sua carica originaria di liberazione integrale solo se è capace di assumere dentro il proprio orizzonte anche le problematiche poste dal movimento femminista; -ai movimenti contro la guerra, internazionalisti, che lottano contro la presenza di armi nucleari e basi militari straniere nel nostro Paese, che sono a fianco dei paesi e dei popoli (come quello palestinese) che cercano di scuotersi di dosso la tutela militare, politica ed economica dell’imperialismo; -al mondo dei migranti, che rappresentano l’irruzione nelle società più ricche delle terribili ingiustizie che l’imperialismo continua a produrre su scala planetaria, perchè solo dall’incontro multietnico e multiculturale può nascere - nella lotta comune - una cultura ed una solidarietà cosmopolita, non integralista, anti-razzista, aperta alla “diversità”, che faccia progredire l’umanità intera verso traguardi di superiore convivenza e di pace. Auspichiamo un processo che fin dall’inizio si caratterizzi per la capacità di promuovere una riflessione problematica, anche autocritica. Indagando anche sulle ragioni per le quali un’esperienza ricca e promettente come quella originaria della “rifondazione comunista” non sia stata capace di costruire quel partito comunista di cui il movimento operaio e la sinistra avevano ed hanno bisogno; e come mai quel processo sia stato contrassegnato da tante divisioni, separazioni, defezioni che hanno deluso e allontanato dalla militanza decine di migliaia di compagne/i. Chiediamo una riflessione sulle ragioni che hanno reso fragile e inadeguato il radicamento sociale e di classe dei partiti che provengono da quella esperienza, ed anche gli errori che ci hanno portati in un governo che ha deluso le aspettative del popolo di sinistra: il che è pure all’origine della ripresa delle destre. Ci vorrà tempo, pazienza e rispetto reciproco per questa riflessione. Ma se la eludessimo, troppo precarie si rivelerebbero le fondamenta della ricostruzione. Il nostro non è un impegno che contraddice l’esigenza giusta e sentita di una più vasta unità d’azione di tutte le forze della sinistra che non rinunciano al cambiamento. Né esclude la ricerca di convergenze utili per arginare l’avanzata delle forze più apertamente reazionarie. Ma tale sforzo unitario a sinistra avrà tanto più successo, quanto più incisivo sarà il processo di ricostruzione di un partito comunista forte e unitario, all’altezza dei tempi. Che - tanto più oggi - sappia vivere e radicarsi nella società prima ancora che nelle istituzioni, perché solo il radicamento sociale può garantire solidità e prospettive di crescita e porre le basi di un partito che abbia una sua autonoma organizzazione e un suo autonomo ruolo politico con influenza di massa, nonostante l’attuale esclusione dal Parlmento e anche nella eventualità di nuove leggi elettorali peggiorative. La manifestazione del 20 ottobre 2007, nella quale un milione di persone sono sfilate con entusiasmo sotto una marea di bandiere rosse coi simboli comunisti, dimostra – più di ogni altro discorso – che esiste nell’Italia di oggi lo spazio sociale e politico per una forza comunista autonoma, combattiva, unita ed unitaria, che sappia essere il perno di una più vasta mobilitazione popolare a sinistra, che sappia parlare - tra gli altri - ai 200.000 della manifestazione contro la base di Vicenza, ai delegati sindacali che si sono battuti per il NO all’accordo di governo su Welfare e pensioni, ai 10 milioni di lavoratrici e lavoratori che hanno sostenuto il referendum sull’art.18. Auspichiamo che questo appello – anche attraverso incontri e momenti di discussione aperta - raccolga un’ampia adesione in ogni città, territorio, luogo di lavoro e di studio, ovunque vi siano un uomo, una donna, un ragazzo e una ragazza che non considerano il capitalismo l’orizzonte ultimo della civiltà umana.

Per aderire, clicca su www.comunistiuniti.it

Anonimo ha detto...

Anonimo jena ridens ha detto...

"Lo dico per chi forse verrà a sfottermi. Che si conti quanti soldi ha in tasca oggi, mi dirà tra 5 anni (speriamo meno!)"

Ma perché aspettare 5 anni?! L'italiano s'è fatto due conti in tasca, confrontando 2006 con 2008, e ha tirato le somme. Semplice, no?!
Solo la spocchia e la presunzione di superiorità a prescindere può distogliere da ragionamenti tanto semplici. Alla portata di tutti direi.

Un saluto

HA RAGIONE,QUESTO è UNO DEI MOTIVI.

Anonimo ha detto...

Jean, avevo detto che sarei andato da chi avrebbe toppato clamorosamente nei sondaggi. Mancia è andato abbastanza vicino al risultato, tu piuttosto lontano.
Sulle cifre dei flussi non potrei far altro che riproporre le mie (ribadite anche dai giornali) quindi è inutile.
Solo una cosa vorrei chiederti: da qualche giorno è visualizzabile la zona sondaggi del forum di termometro politico e ho potuto finalmente vedere i famosi sondaggi di Brunik...ma come diavolo hai fatto a credere a un cialtrone simile? Anche non conoscendo benissimo le tecniche di sondaggio si capisce l'assurdità della sua "ricerca".
Comunque ancora buona fortuna e tranquillo non ti manderemo al confino :D.
Saluti
Wallace

Jean Lafitte ha detto...

Wallace questa promessa di andare da chi sbagliava di più non me la ricorda. Comunque io non ho fatto sondaggi, come non ne ha fatti Mancia. io ho detto e lo ripeto che c'erano in giro sondaggi diversi. Brunik non c'entrava nulla, mai parlato dei suoi sondaggi. dire che credevo ai sondaggi di brunik da parte tua è profondamente scorretto. nel forum di Tm non c'erano i sondaggi provenienti da tutti gli istituti passati dal figlio di un noto sondaggista (I.D.).

Sui flussi. mi sembra che la mia analisi sia identica a quella di Pagnoncelli (incluso il 30% di voti persi da An)

jena. mi sa che i conti l'italiano li ha fatti proprio male visto che i dati oggettivi sull' economia italiana.
sulla spocchia etc... se tu fossi me, anche saresti anche più spocchioso! ;)

anonimo. firmati e vedrai che non ti verrà censurato proprio nulla, incluso la monnezza prodotta da polito. ti costa tanto sceglierti un nick?

e poi basta con gli insulti per favore. io non ho bannato mai nessuno. semmai non pubblico i commenti se sono offensivi.

uno dei complici di Veltroni è stato proprio quel diliberto che ha spaccato in due rifondazione comunista per sedere sulla poltrona che fu di Togliatti. sono soddisfazioni...

Anonimo ha detto...

Visto che sono tacciato di scorrettezza replico.
La promessa era questa:
«Jean tu puoi credere a chi pare, ma c'è una persona titolare di un blog firmato con nome e cognome. Dice di averli visti. Poi se spara la palla lunedì siamo qui. Altrimenti ti veniamo a trovare sul tuo
Wallace | 04.10.08 - 9:30 pm | # »

Per quanto riguarda Brunik spiego: Facevi costantemente riferimento a sondaggi presenti sul forum di termometro politico. Testuali parole:
«è così Giuseppe e ora lo stai capendo?

che quà non capiscono nna mazza e si inventano i sondaggi come fa a loro comodo sapendo che la gente guarda.

almeno su termometro politico girano dati veri perchè riservati e non messi li a scopo di fare propaganda
Jean Lafitte | 04.10.08 - 8:07 pm | # »

Quando ho potuto vedere l'aerea sondaggi l'unico visibile e segnalato come importante era quello di Brunikmedia.

Se poi c'è stato un altro sondaggio successivamente rimosso io non posso saperlo.
Per Pagnoncelli c'è la sintesi di quanto detto a Ballarò qui http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=425649
Questo è tutto.
Saluti.
Wallace

Jean Lafitte ha detto...

sei stato accusato di scorrettezza perchè sei stato scorretto. vai sul forum di termometro politico e CERCA gli altri sondaggi. se non li trovi poi ripassa. ma prima non venire a dire cose completamente false solo perchè a te fanno comodo.



che mi risulta nessun sondaggio è stato rimosso. per esempio alcuni dati puoi trovarli qui ma se cerchi ne è pieno il forum
http://termometropolitico.forumcommunity.net/?t=14640671

ma mettiamo anche che fossero stati rimossi. come ti permetti tu a attribuirmi cose che non stanno ne in cielo ne in terra?

non hai scusanti.

Anonimo ha detto...

Io sono stato pacato e ho fatto una domanda. E sono stato accusato scorrettezza.
Ho argomentato e ho citato tue affermazioni ancora riscontrabili su internet.
Riscontri da parte tua non ce ne sono (quello è un exit poll di 4 giorni successivo le tue affermazioni su Right Nation anche se ora risulta «La pagina richiesta non è presente nei nostri archivi, probabilmente è stata cancellata»).
Posso capire che uno perda le staffe prima delle elezioni (insultando pesantemente tutta la comunità di Tocqueville), posso capire che sia offuscato nell'analisi immediatamente dopo le elzioni, ma ormai è passata una settimana.
Rilassati.
Di altri sondaggi non ne ho visti (ma senz'altro è colpa mia) però posso nutrire forti dubbi sulla credibilità di questi dato che Brunikmedia era messo in rilievo e questi no.
Noon cerco scusanti perchè non ho scuse da chiedere: ho fatto una domanda alla quale ancora non ho avuto risposta soddisfacente ma solo accuse.

Wallace

Anonimo ha detto...

"uno dei complici di Veltroni è stato proprio quel diliberto che ha spaccato in due rifondazione comunista per sedere sulla poltrona che fu di Togliatti. sono soddisfazioni..."
Scusa, ma tu da che parte stai?!?

Sei rimasta delusa da Veltroni?

” Non solo io, ma tutto il popolo della sinistra italiana. Sono rimaste deluse tutte le persone che, pur volendo votare Sinistra Arcobaleno, si sono turate il naso e hanno votato Pd per pensando di battere Berlusconi. La campagna mediatica di Veltroni è servita solo a strappare voti a noi”.
da un'intervista a Vladimir Luxuria...

Hai qualcosa da ridire anche su di lei?
Red star

Anonimo ha detto...

Galante: Veltroni non ha capito di aver perso

Ufficio stampa

Roma 21 aprile 2008

Le sinistre sono state annientate, sul piano della presenza parlamentare, dal voto. Ne abbiamo piena consapevolezza, e partendo da tale consapevolezza intendiamo avviare un percorso che restituisca alla sinistra e ai comunisti il ruolo che loro spetta nel sistema politico italiano. Viceversa, dalle dichiarazioni di Veltroni sembra che egli non abbia alcuna consapevolezza di avere perso le elezioni, di non avere realizzato alcuna 'rimonta', di essere rimasto inchiodato a nove punti di distacco dal suo 'principale avversario'. Insomma, la rottura dell'alleanza a sinistra e la discontinuita' programmatica di Veltroni hanno contribuito a desertificare la Sinistra ma non hanno premiato affatto il Pd. Suggerisco a Veltroni di dedicare le proprie riflessioni a questo 'dettaglio' della sua 'rivoluzione dolce': cioe' ai guai suoi, perche' ai nostri, e a come farci sentire, penseremo noi.

Red Star

Jean Lafitte ha detto...

Wallace nessuno ti accusa di non essere stato pacato. solo di essere stato scorretto. ti ricopio la domanda per comodità.

"ho potuto finalmente vedere i famosi sondaggi di Brunik...ma come diavolo hai fatto a credere a un cialtrone simile? "

le argomentazioni e le citazioni che hai messo non hanno nulla a che vedere con brunik, visto che non lo cito mai e parlo sempre al plurale.

di sondaggi precedenti ne puoi trovare, basta andare a cercare. quello che volevo dimostrarti era che tu mi hai accusato senza neanche leggere i titoli dei post, figuriamoci cosa c'era scritto al loro interno.

poi. non ho mai insultato pensantemente tutta la comunità di tocque-ville. non mi sembra proprio. fai la tua brava ricerca e posta qui i commenti in questione ( è solo uno e non certamente offensivo).

sono rilassato, non preoccuparti. però sono anche intransigente contro chi dice menzogne sul mio conto.

sulla credibilità e le fonti (così come sul perchè il post su brunik fosse in evidenza) puoi chiedere agli amministratori del forum.

dici di non avere scuse da chiedere e questo la dice lunga sulla tua persona. hai fatto una domanda con un presupposto falso e ancora pretendi pure una risposta. bene. allora te ne pongo io alla stessa maniera e poi vediamo cosa rispondi.

""ho potuto finalmente spiare dentro casa tua...ma come diavolo hai fatto a farti inculare in quel modo da quell' omone/farti fare le corna da tua moglie/violentare quei bambini (lascio a te scegliere quello che ti piace di più in base alla tua scala di valori) in quella maniera ?

se questa/e ti sembrano domande poste correttamente o se invece nelle domande si insinua o si presenta come un fatto quello che un fatto non è. dimmi tu se sei stato corretto...

Jean Lafitte ha detto...

red star io sono dalla parte della sinistra ma non mi metto il prosciutto sugli occhi e davanti ad errore certo di riconoscerli come tali. tutto qui. ora va a finire che è colpa di Veltroni. Veltroni ha fatto, o ha cercato di fare il mestiere suo, cercando di portare acqua al suo mulino, riuscendoci meno bene del nano ma meglio degli altri e della sinistra estrema in particolare (non so più come chiamarla perchè se dico comunista non è più corretto: ci sono verdi e Mussi...)

sicuramente tutti siamo rimasti delusi dai risultati elettorali della sinistra e del Pd, ma dire che è stato Veltroni a deludere non mi sembra esatto. poi francamente Luxuria non mi sembra abbia tutta questa grande autorevolezza, sicuramente non tale da non poter dissentire...

Anonimo ha detto...

«ah leggo che è pure creatore di Tocque Ville, il famoso raccoglitore di monnezza, ma qualcosa per la campania non potrebbe farla?
Jean Lafitte | 04.10.08 - 10:04 pm | #»
Quando leggo le cose di solito le ricordo e non ho difficoltà a trovarle, il problema sorge quando le cose non ho potuto vederle. Ma visto che qualcuno ha avuto modo di vedere questi famosi sondaggi non dovrebbe avere difficoltà a trovarli e renderli reperibili agli altri. Invece andiamo avanti da una settimana e l'unica cosa citata è stato un inutile exit poll (ripeto di 4 giorni successivo alle tue affermazioni).
Era molto più semplice dire: "amico ti sbagli di grosso, ecco a quali sondaggi mi riferivo" e poi postavi i link ai sondaggi.
Ma non ho ancora perso la speranza, le mie ricerche sono state infruttuose e spero che qualcuno ci illumini sula via della Verità e ci allontani dalla menzogna.
Wallace

Jean Lafitte ha detto...

ti avevo posto una domanda wallace, secondo te era corretto quel modo di porgere quella domanda?

vedo che stai eludendo il tema.

sul mio commento "offensivo" come vedi non è offensivo ma ironico. altra palla che hai detto.

sui sondaggi. come posso cercarli io puoi cercarli tu. non è difficile trovarli. parli del 10 aprile. i post del 10 aprile stanno attualmente a pagina 10 e 11 di quel forum, non è che ci vuole arte ad aprire qualche thread e verificare la data in cui è stato iniziato. vuoi che ti linki thread per thread, commento per commento?
su, ammetti di avere torto , capita. a te molto spesso, pare.

Anonimo ha detto...

Anche stavolta il link non c'è, ma lo sapevo. Lo sapevo sin dall'inizio (non l'avevi capito?).
Però ogni scherzo è bello se dura poco.
La mia domanda non era scorretta perchè già sapevo la risposta.
Tu su RN ironizzi (scrivere parole in libertà sarà ironia no?) su frasi scritte da un utente che metteva in dubbio la credibilità di Brunik:
«parole in libertà [n.d.c qui terminano le parole di J.L, a seguire la citazione di un altro utente]

"Veramente Brunikmedia fu tra i tre peggiori sondaggisti, il che, in una debacle quale quella del 2006, è già tutto dire. Tra l'altro BM fu particolarmente sbeffeggiata perchè prevedeva un vantaggio mostruoso per l'Unione (circa il 10%, se ben ricordo), ben superiore a quello indicato da altri sondaggisti."
Jean Lafitte | 04.10.08 - 6:03 pm | #»
Come sempre è riscontrabile. E vuoi sapere perchè non citi termometro politico con il link? Perchè gran parte dei sondaggi su termometro politico erano simili a quelli di Mancia, come ti fa notare un altro utente:
http://img507.imageshack.us/img507/8650/lafittabu2.png
Come al solito (quando si tratta di me) riscontrabile in questa pagina http://termometropolitico.forumcommunity.net/?t=14273185&st=555

Qui chiudo (non avrei altro d'aggiungere oltre a quella che per me è l'evidenza dei fatti). Promesso non torno più, ho avuto tanto spazio e non sono mai stato censurato (come credo accadrà ancora una volta) e di questo ti ringrazio. Ovvio che non posso ringraziarti per le accuse di scorrettezza, menzogna e qualche sparata un pò volgare (un pò ne sono onorato perchè potrei essere nella stessa schiera del Dalai Lama :)).
Torno in quella che tu chiami "ironicamente" (abbiamo sensi dell'umorismo abbastanza diversi) monnezza.
Saluti
Wallace

Anonimo ha detto...

Provo a rimandare il commento...magari non è arrivato

Anche stavolta il link non c'è, ma lo sapevo. Lo sapevo sin dall'inizio (non l'avevi capito?).
Però ogni scherzo è bello se dura poco.
La mia domanda non era scorretta perchè già sapevo la risposta.
Tu su RN ironizzi (scrivere parole in libertà sarà ironia no?) su frasi scritte da un utente che metteva in dubbio la credibilità di Brunik con questo post:
«parole in libertà

"Veramente Brunikmedia fu tra i tre peggiori sondaggisti, il che, in una debacle quale quella del 2006, è già tutto dire. Tra l'altro BM fu particolarmente sbeffeggiata perchè prevedeva un vantaggio mostruoso per l'Unione (circa il 10%, se ben ricordo), ben superiore a quello indicato da altri sondaggisti."
Jean Lafitte | 04.10.08 - 6:03 pm | #»
Come sempre è riscontrabile. E vuoi sapere perchè non citi termometro politico con il link? Perchè gran parte dei sondaggi su termometro politico erano simili a quelli di Mancia, come ti fa notare un altro utente:
http://img507.imageshack.us/img507/8650/lafittabu2.png
Come al solito (quando si tratta di me) riscontrabile in questa pagina http://termometropolitico.forumcommunity.net/?t=14273185&st=555

Qui chiudo (non avrei altro d'aggiungere oltre a quella che per me è l'evidenza dei fatti). Promesso non torno più, ho avuto tanto spazio e non sono mai stato censurato (come credo accadrà ancora una volta) e di questo ti ringrazio. Ovvio che non posso ringraziarti per le accuse di scorrettezza, menzogna e qualche sparata un pò volgare (un pò ne sono onorato perchè potrei essere nella stessa schiera del Dalai Lama :)).
Torno in quella che tu chiami "ironicamente" (abbiamo sensi dell'umorismo abbastanza diversi) monnezza.
Saluti
Wallace

Jean Lafitte ha detto...

ecco un'altro paranoico come il "Dottor Caligaris" (che poi non è dottore neanche per il cazzo e si vede) che casomai non pubblicano i suoi commenti se li salva in modo da poter spammare all' infinito.

non preoccuparti quando uno come me ha la ragione, la verità e gli argomenti per dimostrarla dalla sua parte non ha bisogno di censurare. ho lasciato il tuo commento parcheggiato in moderazione solo per ricordarmi di rispondervi al momento opportuno (purtroppo il tempo libero è quello che è).

eccoci qui di nuovo a smontare le tue bugie e i tuoi giochetti dialettici.

ti lamenti che manca "il" link. come detto i link sarebbero molti visto l'avvicendarsi in pochi giorni di decine di thread e di ancor più commenti, ma vedo che in mancanza di argomenti nel merito continui a distogliere l'attenzione sul link. magari la prossima volta te ne metto una decina così sarai contento visto che non sai navigare in quel forum...

"La mia domanda non era scorretta perchè già sapevo la risposta. "

ancora più scorretta dunque. peccato che la risposta non c'entra niente con la tua premessa scorretta volta ad attribuirmi cose che non ho detto. ma è evidente che la logica così come la correttezza non sia di casa dalle tue parti.

poi continui mettendo un virgolettato con parole non mie però poi ricopiando nome e data facendo sembrare che il commento sia mio... se non è scorrettezza questa!

ma continuiamo.

" E vuoi sapere perchè non citi termometro politico con il link? Perchè gran parte dei sondaggi su termometro politico erano simili a quelli di Mancia, come ti fa notare un altro utente"

ecco questa frase è il tuo capolavoro. ancora una volta logica e correttezza sono un optional. "gran parte" significa nulla e poi tanto chi va a controllare se le tue minchiate sono vere? che c'entra il link con i sondaggi di mancia? nulla. vuoi pure spiegarmi TU perchè IO non ho messo questo fantomatico link (che poi a dir la verità ho messo, ma vabbè continuiamo con questa buffonata...).

il punto mio caro è proprio questo. sia Mancia che TP probabilmente avevano gli stessi sondaggi però chissà come mai Mancia ne ha pubblicati solo alcuni. il succo del mio discorso era questo. se sei onesto (ma ormai abbiamo capito che non lo sei) vatti a ripescare i commenti in cui dicevo che i sondaggi andavano pubblicati TUTTI.

sempre sulla correttezza chissà perchè creare un file immagine apposta quando si poteva semplicemente linkare.

http://termometropolitico.forumcommunity.net/?t=14273185&st=555

ma in questo modo si distoglie l'attenzione da tutto quello che c'è prima e dopo sottolineando solo un commento di un singolo utente la cui opinione, rispettabile , è solo la sua opinione.

la faccia tosta è che poi dici che per te non so cosa "è l'evidenza dei fatti" e poi sublime prometti pure di non tornare più. ti sei già rimangiato la parola, vedo...

ripeto puoi tornare quando vuoi. ma senza spam, trollaggio e altro. salutami la monnezza. felice di essere diverso da te, ti saluto con rispetto e (poca) stima.