08 ottobre 2010

Liu Xiaobo: questo sconosciuto

Oggi tutti a pontificare su questo Liu, e quasi nessuno di loro ne aveva mai sentito parlare e men che meno sa che cosa abbia realmente fatto in vita sua. Noi ne avevamo già parlato qui, dove potete trovare anche il testo tradotto della sentenza. Sentenza emanata regolarmente da un tribunale , non dal "regime", sentenza che condanna Liu al minimo della pena prevista per uno solo dei reati a lui ascritti. Pensatela come volete, per i cinesi è un criminale comune e infatti , come si può leggere anche nella sentenza , la libertà di opinione non c'entra nulla col fatto che Liu sia in carcere. Se lo ricordi il signor Obama, quello che non ha fatto NULLA, per Teresa Lewis.
Dal loro punto di vista, e anche dal mio, i cinesi hanno tutte le ragioni del mondo per indignarsi per una scelta del genere. Come se loro incominciassero a dare premi a Bin Laden o a qualcuno del genere.
Il sospetto che la geopolitica si sia insidiata pesantemente nelle recenti decisioni per i premi Nobel è un sospetto diffiuso e che riguarda anche altre assegnazioni.

1 commento:

caneliberonline ha detto...

Quando gli USANAZISIONISTI, non trovano argomenti
e sanno per certo che non e' il caso di bombardare, fanno le vittime detentori di liberta' e diritt,i che noi umani non possiamo capire, ma dobbiamo in qualsiasi
caso tenere fede a chi quotidianamente ci narcotiza, facendoci credere che il MALE arriva dal sud e dall'est del mondo. I premi nobel per la pace, attribuiti al Dalai Lama e a Mister Obama, non hanno avuto quell'effetto che si spera nell'articolo, abbia su Liu, ma al contrario,
sara' occasione ancora una volta, di dimostrare al mondo, quanto gli USANAZISIONISTI siano preoccupati per noi e per il futuro del genere umano.